Pubblicato: mercoledì 16 ottobre 2019
Photo: Ansa
Salvini e Renzi a Porta a Porta: il fact-checking

Il 15 ottobre 2019, Matteo Renzi e Matteo Salvini sono stati ospiti di Porta a Porta, su Rai Uno, in un confronto televisivo durato circa un’ora e mezza che è stato seguito da 3,8 milioni di telespettatori raggiungendo il 25% di share (qui il video integrale).

Bruno Vespa ha cominciato la trasmissione, dopo i ringraziamenti di rito, ricordando che confronti così non avvenivano da tempo: «Forse voi non ve lo ricordate, ma sono tredici anni che due leader politici non si confrontano in televisione» (-1:34:20). Vespa ha proseguito: «L’ultima volta fu il 3 aprile del 2006 in questo studio, Prodi e Berlusconi. Da allora più niente».

È stata la prima frase verificabile delle moltissime della serata. Durante uno dei momenti più caldi del dibattito - piuttosto di sorpresa, sull’argomento non travolgente di chi fosse il responsabile del blocco delle assunzioni nella pubblica amministrazione - Matteo Renzi ha detto: «Scusate, ma ci sarà un fact-checking in questo Paese!» (-30:35).

In effetti, c’è.

Abbiamo selezionato molte delle dichiarazioni verificabili pronunciate dai due contendenti durante il dibattito. Di seguito il risultato, diviso per capitoli.

· L’immigrazione

· La presenza in tv

· Salvini l’“assenteista”

· Lo spread

· Votare, votare, votare

· Pensioni, bebé e asili nido

· Rifiuti, ambiente e Tav

· Le periferie

· La criminalità

· I successi elettorali

· Il turnover della Pubblica amministrazione e la riforma Madia

Logo
Logo
Logo
Logo