Silvio Berlusconi

Berlusconi e l'Italia maglia nera d'Europa sulla pressione fiscale

"Siamo la maglia nera in Europa con una pressione fiscale del 43,5 che arriverà l'anno prossimo, con le spese già previste, al 45%". (MIn. 21:20)

Pubblicato: 28 mag 2015
Data origine: 24 mag 2015
Macroarea economia

Berlusconi è tornato al centro della scena, galvanizzato dalla campagna elettorale per le elezioni regionali, dove gli ultimi sondaggi davano i candidati del centrodestra in Liguria e Campania ad un passo dai candidati del Pd.

La pressione fiscale durante i governi Berlusconi

Il leader di Forza Italia si è sempre fatto vanto di "non avere mai messo le mani nelle tasche degli italiani". Effettivamente, a vedere l'andamento della pressione fiscale* (il rapporto tra il totale raccolto dall'erario e il Pil) possiamo osservare come i governi Berlusconi siano stati caratterizzati dai picchi più bassi di questo indicatore (a fronte però di forti squilibri dei conti pubblici), salendo negli ultimi anni fino ad arrivare al livello previsto (dal DEF) di 43,5% nel 2015 e ad un massimo di 44,1% nel biennio 2016-2017 (non quindi 45 come dice Berlusconi).

graph

Italia maglia nera d'Europa?

La pressione fiscale è quindi salita, ma al momento però l'Italia non sembra essere in cima alla classifica dei Paesi europei. I dati più affidabili che abbiamo sono forniti da Eurostat - anche se un po' datati (2013) - e forniscono una panoramica precisa del dato sullo scenario europeo.

graph

Secondo l'ultimo aggiornamento l'Italia si trovava infatti tra i Paesi con la pressione fiscale più alta, ma non era proprio il primo Paese, né tra i primi tre - prima di noi venivano alcuni Stati dalla spesa pubblica caratteristicamente molto alta, come Belgio, Francia, Svezia o Finlandia. L'Italia, in quinta posizione, è seguita da Lussemburgo, Ungheria e Paesi Bassi. I dati Ocse aggiornati al 2013 collocano l'Italia al sesto posto tra i Paesi europei inclusi nella banca dati.

Il verdetto

Berlusconi azzecca il dato sulla pressione fiscale nel 2015, ma esagera di un punto l'incremento atteso per l'anno successivo. Esaspera i toni, inoltre, affibbiandoci il titolo di "maglia nera" d'Europa, qualifica che non è supportata dai fatti. "Nì".

_____________________________________________________________________________________________

* Dati Istat, aprire il file Zip al link "Tavole" sulla destra - consultare tavola 8

Logo
Logo
Logo
Logo