indietro

Gli ABBA come Botticelli: il paragone di Sangiuliano ha davvero senso?

| 03 gennaio 2024
La dichiarazione
«Sa quanto costa il Museo degli ABBA in Svezia? Costa 19 euro, più o meno quanto gli Uffizi o quanto il Parco archeologico del Colosseo»
Fonte: Mattino Cinque – Canale 5 | 3 gennaio 2024
ANSA/FABIO FRUSTACI
ANSA/FABIO FRUSTACI
Verdetto sintetico
Il ministro della Cultura ha sostanzialmente ragione sul prezzo citato, ma sul confronto si possono fare alcune osservazioni.
In breve
  • Un biglietto intero per il Museo degli ABBA a Stoccolma può arrivare a costare 26 euro, quello per gli Uffizi di Firenze 25 euro e quello per il Parco archeologico del Colosseo a Roma 22 euro. TWEET
  • Al di là della battuta del ministro, stiamo parlando di siti molto diversi tra loro: per esempio il Museo degli ABBA è privato e in Svezia il costo della vita è più alto. TWEET
  • Musei simili agli Uffizi hanno biglietti con prezzi molto diversi tra loro: il Louvres costa 17 euro, mentre il British Museum è gratuito. TWEET
Il 3 gennaio, ospite a Mattino Cinque su Canale 5, il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano ha difeso (min. 0:46:29) la sua «battaglia», come lui stesso l’ha definita, per alzare il prezzo dei biglietti dei musei italiani. A sostegno della sua posizione, Sangiuliano ha fatto una «battuta», dicendo che il Museo degli ABBA in Svezia «costa 19 euro, più o meno quanto gli Uffizi e quanto il Parco archeologico del Colosseo». «Con tutto il rispetto per gli ABBA, che sono stati un bel gruppo musicale, mi pare che i termini di confronto non siano assolutamente possibili», ha aggiunto il ministro, sottolineando che da luglio 2023 l’ingresso per il Pantheon, a Roma, è diventato a pagamento. 

Sangiuliano ha fatto lo stesso paragone tra il Museo degli ABBA e i due famosi siti italiani anche il 1° gennaio, in occasione dell’apertura straordinaria del Colosseo per il capodanno. E aveva già proposto (min. 02:57) lo stesso paragone ospite di Mattino Cinque il 22 dicembre.

Al di là della battuta, sui prezzi dei musei citati Sangiuliano ha sostanzialmente ragione, ma sul confronto si possono fare diverse osservazioni.

ABBA e Uffizi a confronto

Il Museo degli ABBA si trova a Stoccolma ed è dedicato alla storia del gruppo musicale pop svedese. A seconda del periodo dell’anno, il costo di un biglietto intero va dalle 230 alle 290 corone svedesi, ossia da 20,5 euro a quasi 26 euro. Nel periodo di alta stagione un biglietto intero per visitare la Galleria degli Uffizi a Firenze costa 25 euro, mentre in bassa stagione 12 euro. Un biglietto per visitare tutti i siti del Parco Archeologico del Colosseo ha un prezzo di 22 euro. Dunque l’ordine di grandezza indicato da Sangiuliano è corretto, anche se alcuni elementi vanno contestualizzati meglio.

Innanzitutto il Museo degli ABBA e gli Uffizi sono due musei molto diversi tra loro: uno è esclusivamente dedicato a una band musicale, l’altro raccoglie alcune tra le opere d’arte più famose al mondo, tra cui la Primavera del pittore Sandro Botticelli. Per fare un confronto più puntuale si possono vedere i prezzi di musei più simili agli Uffizi: per esempio il biglietto del Louvres di Parigi costa 17 euro (dal 15 gennaio 2024 passerà a 22 euro), mentre l’ingresso al British Museum di Londra è gratuito.  

Le fonti di finanziamento per coprire i costi di funzionamento di questi musei sono diverse. Il Museo degli ABBA è infatti di proprietà di un’azienda privata attiva nel settore dell’intrattenimento, la Pophouse Entertainment, mentre gli Uffizi sono un museo statale e rispondono al Ministero della Cultura. In più il Museo degli ABBA si trova in Svezia, dove il costo della vita è più alto rispetto a quello dell’Italia, così come il reddito medio dei cittadini. Insomma, se si confrontano i biglietti dei musei, sono molti i fattori da tenere in considerazione per evitare paragoni fuorvianti.

In generale quello sui prezzi dei biglietti dei musei è un dibattito che dagli anni Novanta in poi torna periodicamente d’attualità a livello internazionale. Da quando è diventato ministro, Sangiuliano ha più volte difeso la necessità di aumentare i prezzi dei biglietti dei musei, sostenendo che ne va della corretta gestione economica delle strutture. «C’è un po’ una resistenza ideologica e anche demagogica», ha dichiarato il ministro a Mattino Cinque. «Se noi non facessimo pagare in assoluto i musei, e siamo già molto generosi, noi questi milioni di euro dovremmo farli ricadere sulla fiscalità generale. Queste entrate andrebbero tolte dal bilancio dello Stato». Già a novembre 2022, pochi giorni dopo la formazione del governo Meloni, Sangiuliano aveva dichiarato di essere contrario ai musei gratuiti, attirando varie critiche, tra cui quelle del sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi. 

Negli ultimi anni alcuni ricercatori hanno provato a capire se e quanto gli ingressi gratuiti incentivano le visite ai musei e ai siti archeologici. Uno studio condotto sull’Italia, con dati tra il 1996 e il 2015, ha mostrato che l’aumento del numero di giornate con ingresso gratuito nei musei è correlato a un successivo aumento delle visite nei musei, anche a pagamento.

Il verdetto

Per difendere l’aumento dei prezzi dei biglietti museali, Sangiuliano sostiene che il Museo degli ABBA a Stoccolma costa più o meno come gli Uffizi di Firenze o il Parco archeologico del Colosseo a Roma. Sui prezzi dei musei citati il ministro della Cultura ha sostanzialmente ragione, ma sul confronto si possono fare alcune osservazioni.

Un biglietto intero per il Museo degli ABBA a Stoccolma può arrivare a costare 26 euro, quello per gli Uffizi di Firenze 25 euro e quello per il Parco archeologico del Colosseo a Roma 22 euro. Ma stiamo parlando di siti molto diversi tra loro: per esempio il Museo degli ABBA è privato e in Svezia il costo della vita è più alto. Musei simili agli Uffizi hanno biglietti con prezzi molto diversi tra loro: il Louvres costa 17 euro, mentre il British Museum è gratuito.

AIUTACI A CRESCERE NEL 2024

Siamo indipendenti: non riceviamo denaro da partiti né fondi pubblici dalle autorità italiane. Per questo il contributo di chi ci sostiene è importante. Sostieni il nostro lavoro: riceverai ogni giorno una newsletter con le notizie più importanti sulla politica italiana e avrai accesso a contenuti esclusivi, come le nostre guide sui temi del momento. Il primo mese di prova è gratuito.
Scopri che cosa ottieni
Newsletter

I Soldi dell’Europa

Il lunedì, ogni due settimane
Il lunedì, le cose da sapere sugli oltre 190 miliardi di euro che l’Unione europea darà all’Italia entro il 2026.

Ultimi fact-checking

  • «Nel Parlamento europeo oggi l’Italia è venticinquesima su ventisette Paesi per influenza, eppure siamo il terzo Paese più grande e più potente in termini economici»

    20 maggio 2024
    Fonte: Agorà – Rai3
  • «Il superamento del Jobs Act era un punto fondante del programma con cui mi sono presentata alle primarie per la segreteria, oltre un anno fa, in linea con scelte anche personali fatte in passato. Vorrei ricordare che io ero in piazza con la Cgil nel 2015 contro l’abolizione dell’articolo 18»

    7 maggio 2024
    Fonte: la Repubblica