indietro

Vero: in Italia si stimano oltre 500 mila immigrati irregolari

| 08 novembre 2022
La dichiarazione
«Ci sono 500-600 mila irregolari in Italia»
Fonte: Twitter | 8 novembre 2022
ANSA/FABIO FRUSTACI
ANSA/FABIO FRUSTACI
Verdetto sintetico
La stima indicata dal leader di Azione è corretta.
In breve
  • In base alle stime della Fondazione Ismu, all’inizio del 2021 vivevano in Italia circa 519 mila immigrati irregolari. TWEET
  • Stiamo parlando di cittadini stranieri che si trovano e vivono nel nostro Paese senza aver superato un regolare controllo alle frontiere o che hanno il permesso di soggiorno o il visto scaduti. TWEET
L’8 novembre il leader di Azione Carlo Calenda ha criticato su Twitter la gestione dell’immigrazione da parte del governo guidato da Giorgia Meloni, che da giorni impedisce lo sbarco di molti dei quasi mille migranti salvati nel Mediterraneo da alcune navi Ong. Secondo Calenda, bisognerebbe occuparsi di un dato in particolare, ossia quello dei «500-600 mila» immigrati presenti irregolarmente in Italia, attraverso un’«agenzia per l’immigrazione», la «regolarizzazione di chi trova un lavoro», i «rimpatri incentivati» e lo «ius scholae», ossia la riforma della cittadinanza italiana

Al di là del giudizio politico sull’operato del governo, abbiamo verificato che cosa dicono le stime disponibili e quella sugli irregolari presenti in Italia citata da Calenda è corretta.

Quanti sono gli irregolari in Italia

Quando si parla di immigrazione, il termine “irregolari” fa generalmente riferimento ai cittadini stranieri che si trovano e vivono nel nostro Paese senza aver superato un regolare controllo alle frontiere o che hanno il permesso di soggiorno o il visto scaduti. Vista la natura illegale del fenomeno, non esistono cifre ufficiali delle istituzioni, per esempio del Ministero dell’Interno, su quanti sono gli immigrati che vivono irregolarmente in Italia. Dunque è impossibile sapere con certezza quanti sono gli irregolari al momento all’interno dei confini italiani. 

Esistono però alcune stime, con i loro gradi di incertezza e, dunque, da prendere con la dovuta cautela. I calcoli ritenuti più autorevoli e affidabili sul fenomeno degli immigrati irregolari sono quelli della Fondazione Ismu, una sigla che sta per “Iniziative e studi per la multietnicità”. 

Secondo le stime più recenti della Fondazione Ismu, al 1° gennaio 2021 in Italia erano presenti circa 519 mila migranti irregolari, un dato in linea con quello dell’anno prima e in calo rispetto ai 562 mila stimati all’inizio del 2019. In valore assoluto, tra il 1991 e il 2021 il picco della presenza di migranti irregolari è stato raggiunto nel 2006 con 760 mila irregolari.

In generale, negli ultimi trent’anni la stima della Fondazione Ismu sugli immigrati presenti irregolarmente in Italia ha avuto un andamento altalenante, influenzato, tra le altre cose, dai movimenti migratori e dalle sanatorie approvate dai governi, con cui sono stati regolarizzati nel tempo centinaia di migliaia di migranti.
Grafico 1. Presenza degli stranieri regolari e irregolari in Italia, dal 1991 al 2021 – Fondazione Ismu
Grafico 1. Presenza degli stranieri regolari e irregolari in Italia, dal 1991 al 2021 – Fondazione Ismu
Come mostra il Grafico 1, trent’anni fa gli irregolari in Italia pesavano in percentuale per quasi la metà di tutti gli stranieri presenti nel territorio nazionale. Con gli anni la forbice si è aumentata e oggi si stima che gli irregolari siano circa il 9 per cento della popolazione straniera complessivamente presente nel nostro Paese. A inizio 2021 si stimava infatti che gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia erano oltre 5,2 milioni

Il verdetto

Secondo Carlo Calenda, «ci sono 500-600 mila irregolari in Italia». Abbiamo verificato e la cifra indicata dal leader di Azione è corretta.

In base alle stime della Fondazione Ismu, all’inizio del 2021 vivevano in Italia circa 519 mila immigrati irregolari. Stiamo parlando di cittadini stranieri che si trovano e vivono nel nostro Paese senza aver superato un regolare controllo alle frontiere o che hanno il permesso di soggiorno o il visto scaduti.

AIUTACI A CRESCERE NEL 2023

Siamo una testata indipendente da partiti e grandi gruppi economici o editoriali. L’informazione politica che abbiamo in mente si basa su dati, fatti, numeri. E sul fact-checking rigoroso delle dichiarazioni dei politici. Se anche tu credi che si possa fare, puoi sostenere il nostro lavoro con soli 4 euro al mese.
Scopri che cosa ottieni
Newsletter

il franco tiratore

Dal lunedì al venerdì alle 18
La newsletter quotidiana curata dal direttore Giovanni Zagni. Uno sguardo critico e affilato per concludere la giornata, un punto sui personaggi e gli eventi della politica italiana.

Ultimi fact-checking