Le cose da sapere sulla politica italiana per venerdì 28 aprile

Il Parlamento ha approvato lo scostamento di bilancio e le altre notizie principali di venerdì 28 aprile 2023
Ansa
Ansa
Il Parlamento ha approvato le risoluzioni di maggioranza sullo scostamento di bilancio e sul Documento di economia e finanza (Def). Ieri alla Camera la risoluzione sullo scostamento di bilancio non aveva raggiunto la maggioranza assoluta dei voti, a causa delle assenze nei partiti che sostengono il governo. Oggi sono state ripetute le votazioni sia alla Camera che al Senato (Rai News).
L’ex ministro della Giustizia Alfonso Bonafede è stato eletto dalla Camera membro del Consiglio di presidenza della giustizia tributaria. L’ex ministro della Giustizia, esponente del Movimento 5 stelle, è stato eletto grazie a un accordo con i partiti di centrodestra. Tra gli altri l’ex senatore della Lega Francesco Urraro è stato eletto al Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa (Il Fatto Quotidiano).
È morto il senatore di Fratelli d’Italia Andrea Augello. Aveva 62 anni ed era malato da tempo. L’esponente di Fratelli d’Italia è stato ricordato con un minuto di silenzio dall’aula del Senato (la Repubblica).
Il governo vuole introdurre incentivi per chi assume giovani che non studiano e non lavorano, i cosiddetti “Neet”. Secondo fonti stampa le misure sono contenute nel provvedimento sul mercato del lavoro che sarà all’esame del Consiglio dei ministri lunedì 1° maggio (Il Sole 24 Ore).
L’europarlamentare Caterina Chinnici ha lasciato il Partito democratico per aderire a Forza Italia. «Mi sono spesso trovata a condividere il mio lavoro e impegno con i colleghi del Partito popolare europeo (il partito di cui fa parte Forza Italia al Parlamento europeo, ndr)», ha dichiarato Chinnici in un’intervista al Corriere della Sera. Chinnici ha aggiunto che apprezza «l’autenticità dell’impegno» della segretaria del Partito democratico Elly Schlein, «ma su alcuni temi abbiamo visioni diverse» (Corriere della Sera).

AIUTACI A CRESCERE NEL 2024

Siamo indipendenti: non riceviamo denaro da partiti né fondi pubblici dalle autorità italiane. Per questo il contributo di chi ci sostiene è importante. Sostieni il nostro lavoro: riceverai ogni giorno una newsletter con le notizie più importanti sulla politica italiana e avrai accesso a contenuti esclusivi, come le nostre guide sui temi del momento. Il primo mese di prova è gratuito.
Scopri che cosa ottieni
Newsletter

I Soldi dell’Europa

Il lunedì, ogni due settimane
Il lunedì, le cose da sapere sugli oltre 190 miliardi di euro che l’Unione europea darà all’Italia entro il 2026.

Ultimi articoli