Nicola Zingaretti

Il governo non ha mantenuto le promesse sulle espulsioni

«Avevano parlato di 500 mila espulsioni e i milioni di euro per sostenerle dovevano essere oltre 40, ma sono in realtà solo 3»

Pubblicato: 31 gen 2019
Data origine: 29 gen 2019
Macroarea questioni sociali

Questa analisi fa parte della Pagella Politica di Agi e contiene solo il verdetto. Qui trovi l'analisi completa.

Il verdetto

Il presidente del Lazio Nicola Zingaretti ha sostanzialmente ragione: esponenti del governo avevano promesso in campagna elettorale 500 mila espulsioni, e anche il Contratto di governo riecheggia quelle promesse.

A luglio 2018 il ministro dell'Interno Matteo Salvini aveva parlato di 42 milioni di euro destinati ai rimpatri, ma non risulta che questo sia accaduto.

Il decreto sicurezza ha invece ricollocato 3,5 milioni di euro già stanziati dal governo Gentiloni, dai rimpatri volontari ai rimpatri in generale. Si può quindi sostenere che i rimpatri coatti (o espulsioni) siano stati, potenzialmente, finanziati con 3,5 milioni di euro.

Altri 12 milioni circa, di cui sei provenienti dalla Ue, sono poi stati messi a bando per i rimpatri volontari, ma ancora non si conoscono gli esiti della procedura.

Questa analisi fa parte della Pagella Politica di Agi e contiene solo il verdetto. Qui trovi l'analisi completa.

Logo
Logo
Logo
Logo