Alessandro Di Battista  -  Di Battista, l'emigrazione e le similitudini

 
"L'anno scorso sono scappate dall'Italia 104mila persone, soprattutto ragazzi. È come se ogni anno scappasse dall'Italia tutta la città di Siracusa o di Vicenza" (Min. 51:03)
  questioni sociali | Pubblicato:06.12.2016 | Origine:27.11.2016 | Fonte dichiarazione

Durante la puntata del programma In ½ Ora, Alessandro Di Battista ha parlato anche di emigrazione. Il deputato pentastellato ha citato una statistica: l’anno scorso 104mila persone, soprattutto giovani, avrebbero lasciato il nostro Paese. Per spiegare l’entità del fenomeno, il parlamentare ha rapportato il numero degli emigrati a quello degli abitanti delle città di Vicenza o di Siracusa. Vediamo come se la cava in demografia e in geografia.

Quante persone hanno fatto le valigie

104mila nell’ultimo anno, secondo Di Battista. Il numero potrebbe fare riferimento al Rapporto Italiani nel Mondo 2016 realizzato dalla Fondazione Migrantes (organo pastorale della Cei), uscito agli inizi di ottobre e di cui molti giornali hanno dato notizia. Secondo lo studio, 107.529 italiani si sono trasferiti all’estero tra gennaio e dicembre 2015, soprattutto i ragazzi tra i 18 e i 34 anni (36,7 per cento). Di Battista dunque ha fatto una giusta osservazione sulle classi di età e si è molto avvicinato al totale esatto degli emigrati del 2015. Inoltre il deputato Cinque Stelle ha utilizzato l'espressione “ogni anno”, come se quella fosse la cifra standard da un po’ di tempo a questa parte. Guardando ai dati Istat, aggiornati al 2014, il numero di cancellazioni anagrafiche per trasferimento di residenza all’estero è aumentato nel tempo, e dal 2012 ha superato le centomila unità, come riportato nel grafico.

graph

Volendo fare un bilancio tra chi arriva e chi va, il saldo migratorio con l’estero mantiene il segno più. Questo indicatore Istat rappresenta “la differenza tra il numero degli iscritti per trasferimento di residenza dall’estero e il numero dei cancellati per trasferimento di residenza all’estero”. In parole povere, il numero delle persone arrivate in Italia supera quello delle persone che si sono trasferite all’estero, anche se negli ultimi cinque anni è diminuito progressivamente*.

graph

Come Vicenza e Siracusa

Per dare un’idea della portata del flusso migratorio, Di Battista ha paragonato la somma delle persone partite dall'Italia all’insieme degli abitanti di Vicenza o di Siracusa. Tuttavia, stando ai dati Istat aggiornati al primo gennaio 2016, la popolazione delle due città non è pari a 104mila persone: la città veneta conta 112.953 residenti, quella siciliana 122.291. La similitudine ha una sua fondatezza, ma non è precisa al cento per cento**.

Il verdetto

Il deputato del Movimento Cinque Stelle Alessandro Di Battista nel corso della puntata della trasmissione In ½ Ora ha detto che l’anno scorso sono emigrate circa 104mila persone. Se si riferisse all’ultimo rapporto della Fondazione Migrantes, la cifra sarebbe quasi corretta, inferiore di 3mila unità a quella effettiva. Tuttavia, bisogna aggiungere, il saldo migratorio è complessivamente positivo. Inoltre, Di Battista ha dimenticato qualche migliaio di persone anche quando ha accostato il numero degli espatriati a quello degli abitanti di Vicenza o della Sicilia, rispettivamente 112.953 e 122.291. C’eri quasi.

-----

*I dati possono essere consultati scorrendo questo menù a tendina: Popolazione e famiglie, Popolazione, Popolazione residente-bilancio, Dati annuali. Cliccando sull'opzione "Personalizza", è possibile selezionare il periodo in cui verificare la variazione del saldo migratorio con l'estero.

**I dati possono essere consultati scorrendo questo menù a tendina: Ripartizione, Regione, Provincia, Comune, Tavola.


comments powered by Disqus