Matteo Renzi

Tutti al cinema

"Nel 2015 il cinema italiano ha visto finalmente crescere il numero degli spettatori: +8,9%". (Min. 19:21)

Pubblicato: 16 dic 2015
Data origine: 13 dic 2015
Macroarea questioni sociali

Alla sesta edizione della Leopolda, Matteo Renzi interviene sulla cultura e sulla ripresa, registrata negli ultimi mesi, del cinema italiano, segnalando l’aumento del numero degli spettatori. E' proprio così?

Quanto crescono gli spettatori in Italia

Pochi giorni prima dell’intervento del Premier, alcuni media avevano ripreso i dati semestrali pubblicati dalla Siae, la società italiana degli autori ed editori. Per il 1° semestre 2015 il rapporto (disponibile in Pdf qui) - basato su dati ancora provvisori, in attesa dell’Annuario dello Spettacolo 2015 che sarà pubblicato il prossimo anno - mostra in effetti un aumento dei principali indicatori per quanto riguarda il cinema.

Rispetto al primo semestre del 2014, la Siae ha registrato un aumento degli ingressi nei cinema, a livello nazionale, del 4,46%. Sono aumentati anche gli spettacoli (+0,3%), la spesa al botteghino (+9,26%), la spesa del pubblico (+10,88%) e il volume di affari (+10,88%).

Ad indagare sui dati più aggiornati degli spettatori del cinema interviene anche Audimovie, una società a cui partecipano quattro importanti concessionarie pubblicitarie (Rai Pubblicità, Moviemedia, International Cinemamedia UCI, PRS), che coprono complessivamente oltre l’80% del mercato italiano. Sul suo sito, Audimovie registra le presenze totali italiane nelle sale cinematografiche, con cadenza settimanale e mensile (l’indagine è disponibile qui).

Come ha riportato l’importante rivista di settore Prima Comunicazione, secondo Audimovie gli ingressi nei primi 11 mesi dell’anno sono cresciuti del 9,6% rispetto allo stesso periodo del 2014. Nel grafico successivo riportiamo i dieci film che hanno registrato più presenze tra gennaio e novembre 2015 (classifica scaricabile qui):

graph

Il verdetto

Renzi cita correttamente l'incremento degli spettatori nei cinema italiani, dichiarando un numero molto vicino a quello emerso dalle indagini più recenti. Lo scostamento dai dati Audimovie potrebbe essere dovuto anche solo a un minor aggiornamento delle informazioni in possesso del Premier (visto che il bilancio complessivo di novembre 2015 è stato pubblicato il 14 dicembre), per questo la dichiarazione per Pagella Politica è vera.

Logo
Logo
Logo
Logo