Le cose da sapere sulla politica italiana per mercoledì 18 gennaio

La burrascosa elezione dei membri laici del Csm e le altre notizie principali di mercoledì 18 gennaio 2023
ANSA
ANSA
È stato programmato per domani, giovedì 19 gennaio, il voto del Parlamento in seduta comune per eleggere il decimo membro laico del Consiglio superiore della magistratura. Era inizialmente previsto per la prossima settimana. Nella serata di ieri sono stati eletti gli altri nove membri, dopo che l’accordo tra i partiti è saltato sul nome di Giuseppe Valentino, candidato di Fratelli d’Italia (Open).
Questa sera alle 18 si terrà a Palazzo Chigi una riunione programmatica per fare il punto su tre temi: l’autonomia regionale, le riforme e il presidenzialismo. Parteciperanno, tra gli altri, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e i vicepresidenti del Consiglio Antonio Tajani e Matteo Salvini (La Stampa).
Il presidente della Regione Valle d’Aosta Erik Lavevaz (Union Valdôtaine), in carica da ottobre 2020, ha annunciato le proprie dimissioni. Finora Lavevaz ha governato con il centrosinistra, ma secondo il presidente dimissionario l’attuale alleanza non permette di arrivare alla fine della legislatura, prevista nel 2025 (Il Fatto Quotidiano).
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la presidente del Consiglio Giorgia Meloni hanno inaugurato il corso-concorso per dirigenti pubblici, intitolato allo scomparso Franco Frattini. Gli allievi saranno 150, selezionati su una platea di 7 mila candidati: inizieranno un percorso di alta formazione della durata di 10 mesi (Rai News). 
In un’intervista con il Corriere della Sera, il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi ha negato qualsiasi trattativa per l’arresto di Matteo Messina Denaro. «Questo arresto è un risultato limpido, senza retroscena», ha detto Piantedosi. «Chi cerca di banalizzarlo e minimizzarlo, di metterlo in dubbio, di mortificarlo, fa un grave errore commesso in malafede».

AIUTACI A CRESCERE NEL 2023

Siamo una testata indipendente da partiti e grandi gruppi economici o editoriali. L’informazione politica che abbiamo in mente si basa su dati, fatti, numeri. E sul fact-checking rigoroso delle dichiarazioni dei politici. Se anche tu credi che si possa fare, puoi sostenere il nostro lavoro con soli 4 euro al mese.
Scopri che cosa ottieni
Newsletter

il franco tiratore

Dal lunedì al venerdì alle 18
La newsletter quotidiana curata dal direttore Giovanni Zagni. Uno sguardo critico e affilato per concludere la giornata, un punto sui personaggi e gli eventi della politica italiana.

Ultimi articoli