indietro

Non è vero che tutte le case automobilistiche produrranno «solo elettrico» entro il 2035

| 24 marzo 2023
La dichiarazione
«Tutte le industrie automobilistiche del mondo hanno deciso di produrre solo elettrico: chi nel 2030 e chi nel 2035. Stellantis produrrà solo elettrico dal 2030, Volvo 2030, Peugeot 2030, Ford 2030»
Fonte: HuffPost | 24 marzo 2023
ANSA
ANSA
Verdetto sintetico
Il co-portavoce di Europa verde esagera.
In breve
  • Stellantis e Ford vogliono vendere solo auto elettriche entro il 2030, ma in Europa e non nel resto del mondo. Volvo e Peugeot, invece, puntano a vendere solo auto elettriche entro il 2030. TWEET
  • Oltre ai gruppi e marchi citati da Bonelli, ci sono altre case automobilistiche che hanno fatto annunci sull’elettrico, ma meno ambiziosi di quelli dichiarati dal co-portavoce di Europa verde. TWEET
Il 24 marzo, in un articolo pubblicato su l’HuffPost, il co-portavoce e deputato di Europa verde Angelo Bonelli ha criticato le politiche ambientali del governo Meloni, in particolare la scelta di opporsi al nuovo regolamento che dal 2035 vuole vietare nell’Unione europea l’immatricolazione di nuove auto a benzina o diesel. 

Secondo Bonelli, «tutte le industrie automobilistiche del mondo» hanno già annunciato di voler produrre solo auto elettriche: alcune entro il 2030, altre entro il 2035. A detta del co-portavoce di Europa verde, tra le case che produrranno solo elettrico entro il 2030 ci sarebbero Stellantis, Volvo, Peugeot e Ford.

Ma è davvero così? Abbiamo verificato e il co-portavoce di Europa verde esagera.

Gli annunci sull’elettrico delle case automobilistiche

Per verificare se la dichiarazione di Bonelli è corretta oppure no, vediamo innanzitutto se è vero che le quattro case automobilistiche citate dal deputato di Europa verde hanno già deciso di produrre solo auto elettriche entro il 2030. 

Partiamo da Stellantis, la casa automobilistica nata nel 2001 dalla fusione tra Fiat Chrysler Automobiles (Fca) e il gruppo francese Psa. Stellantis produce 14 marchi di automobili, tra cui ci sono Fiat, Peugeot, Citroen, Jeep e Alfa Romeo. Sul suo sito ufficiale Stellantis ha una sezione dedicata all’elettrificazione dell’industria automobilistica. «Stiamo preparando la strada affinché il 100 per cento delle vendite in Europa e il 50 per cento delle vendite negli Stati Uniti siano costituite da veicoli elettrici a batteria entro la fine del decennio», spiega la società. A luglio 2021, presentando la sua strategia di elettrificazione, Stellantis aveva annunciato che il suo obiettivo era portare almeno al 70 per cento entro il 2030 le vendite in Europa di veicoli a basse emissioni e al 40 per cento negli Stati Uniti. Dunque non è vero che Stellantis entro la fine di questo decennio produrrà solo veicoli elettrici. Discorso diverso vale per Peugeot, il marchio francese controllato dalla stessa Stellantis, che entro il 2030 punta effettivamente a vendere solo veicoli elettrici. 

Anche Volvo, casa automobilistica svedese, ha annunciato nel 2021 che entro il 2030 venderà soltanto veicoli elettrici e che entro il 2025 la metà delle auto vendute saranno elettriche, mentre la restante metà saranno ibride. Il gruppo Ford – il quarto citato da Bonelli nel suo articolo – si è posto il traguardo di vendere entro il 2030 solo auto elettriche ma in Europa, non in tutto il mondo. 

La dichiarazione del co-portavoce di Europa verde è scorretta se si prendono in considerazione altre case automobilistiche, selezionandole tra le principali a livello mondiale. Bmw ha per il momento dichiarato di voler avere «prima del 2030» metà delle auto vendute coperte dall’elettrico, senza specificare quando smetterà di produrre auto a benzina o diesel. Volkswagen smetterà di vendere in Europa auto a benzina o diesel dal 2035, ma più tardi in grandi Paesi come Cina e Stati Uniti. Mercedes ha annunciato di voler vendere solo auto elettriche entro il 2030, specificando però dove «le condizioni di mercato lo consentono». Toyota si è posta il traguardo di alimentare con l’elettrico il 50 per cento delle sue auto vendute entro il 2030, un obiettivo simile a quello fissato da Nissan. Il gruppo Renault punta a vendere solo auto elettriche in Europa entro la fine di questo decennio, un obiettivo che però non riguarda i mercati fuori dal continente europeo e il marchio controllato Dacia.

Il verdetto

Secondo Angelo Bonelli, «tutte le industrie automobilistiche del mondo hanno deciso di produrre solo elettrico: chi nel 2030 e chi nel 2035». Abbiamo verificato e il co-portavoce di Europa verde esagera. 

Stellantis e Ford vogliono vendere solo auto elettriche entro il 2030, ma in Europa e non nel resto del mondo. Volvo e Peugeot, invece, puntano a vendere solo auto elettriche entro il 2030. 

Oltre ai gruppi e marchi citati da Bonelli, ci sono altre case automobilistiche che hanno fatto annunci sull’elettrico, ma in vari casi meno ambiziosi di quelli dichiarati dal co-portavoce di Europa verde.

SOSTIENI PAGELLA

La politica senza chiacchiere.

Aiutaci a realizzare il nostro progetto per una nuova informazione politica in Italia.
Unisciti a noi
Newsletter

I Soldi dell’Europa

Il lunedì, ogni due settimane
Il lunedì, le cose da sapere sugli oltre 190 miliardi di euro che l’Unione europea darà all’Italia entro il 2026.

Ultimi fact-checking

  • «Noi siamo il Paese che, all’interno dell’Unione europea, nel confronto con gli altri Paesi industriali avanzati, ha accresciuto di più il proprio export negli ultimi quattro anni»

    15 luglio 2024
    Fonte: Facebook
  • «2011, referendum sui beni pubblici comuni: l’acqua e contro il nucleare. Attenzione però: il dato che mi interessa è che la partecipazione in quel referendum è stata maggiore a quella delle elezioni politiche»

    8 luglio 2024
    Fonte: In Onda – La7