Salvini lo smemorato: non ha visto Putin solo «una volta, sette anni fa»

Il 28 febbraio, commentando l’invasione russa in Ucraina durante una visita ad Assisi, il leader della Lega Matteo Salvini ha dichiarato (min. 2:24) di aver «visto» il presidente russo Vladimir Putin «una volta, sette anni fa». Il giorno prima, ospite a Mezz’ora in più su Rai3, Salvini aveva detto la stessa cosa, rispondendo a una domanda della conduttrice Lucia Annunziata sui suoi rapporti con il presidente russo. «Io ho visto Putin una volta, sette o otto anni fa», aveva sottolineato (min. 0:52:16) il leader della Lega, sottolineando la necessità di dialogare con il popolo russo, a guerra finita.

Le cose però non stanno come dice Salvini: il leader della Lega ha incontrato Putin almeno due volte, di cui l’ultima nel 2019, quando era ministro dell’Interno. Più in generale, per anni Salvini ha rilasciato dichiarazioni di forte sostegno al presidente russo, elogiandolo a livello internazionale e intessendo rapporti con il suo partito, “Russia unita”.

L’incontro del 2014

Molto probabilmente, quando parla del suo unico incontro con Putin, Salvini fa riferimento a quanto avvenuto a ottobre 2014, quando l’allora segretario della Lega aveva incontrato il presidente russo al margine del vertice Asia-Europa (Asem), tenutosi a Milano il 16-17 ottobre. «Ieri sera avuto onore parlare 20 minuti con Putin, il Vladimir giusto, RUSSIA AMICA CONTRO TERRORISMO ISLAMICO #stopinvasione #Salvini», aveva scritto il 18 ottobre su Twitter Salvini. Come riportato da fonti stampa, nell’incontro il leader della Lega aveva consegnato a Putin la traduzione in russo di una delibera della giunta regionale della Lombardia, per aiutare le imprese lombarde colpite dall’embargo russo, in risposta alle sanzioni europee, dopo l’annessione russa della Crimea. Le foto dell’incontro del 2014 sono state poi riprese dallo stesso Salvini in altri post social, per esempio a maggio 2015, per esprimere il sostegno della Lega al presidente russo.
A dicembre 2015 Salvini era andato a Mosca, annunciando un incontro con Putin, che poi non c’era stato. Due anni dopo, a marzo 2017, Salvini è tornato in visita nella capitale russa, ma in base alle notizie pubblicamente disponibili non aveva incontrato Putin, bensì il suo ministro degli Esteri Sergei Lavrov. L’obiettivo di quel viaggio era la sottoscrizione di un accordo politico tra la Lega e il partito di Putin, “Russia unita”.

L’incontro del 2019

L’incontro del 2014 non è stata però l’«unica volta» in cui Salvini ha «visto» Putin di persona. Il 4 luglio 2019, meno di tre anni fa, il presidente russo è stato in visita a Roma e qui ha incontrato l’allora presidente del Consiglio Giuseppe Conte e i due vicepresidenti del Consiglio, Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

In quei giorni, sui propri profili social, Salvini aveva scritto di aver parlato con Putin di una serie di argomenti: di Olimpiadi, di economia, delle «folli sanzioni dell’Europa alla Russia». Ospite a Fuori dal coro su Rete 4, Salvini aveva inoltre dichiarato che «Putin è uno dei personaggi che lascerà traccia nella storia», spiegando di aver parlato con lui di «identità, radici, di popoli».

AIUTACI A CRESCERE NEL 2023

Siamo una testata indipendente da partiti e grandi gruppi economici o editoriali. L’informazione politica che abbiamo in mente si basa su dati, fatti, numeri. E sul fact-checking rigoroso delle dichiarazioni dei politici. Se anche tu credi che si possa fare, puoi sostenere il nostro lavoro con soli 4 euro al mese.
Scopri che cosa ottieni
In questo articolo
Newsletter

il franco tiratore

Dal lunedì al venerdì alle 18
La newsletter quotidiana curata dal direttore Giovanni Zagni. Uno sguardo critico e affilato per concludere la giornata, un punto sui personaggi e gli eventi della politica italiana.

Ultimi articoli