Pubblicato: giovedì 9 aprile 2020
Che cosa ha detto davvero Die Welt sulla mafia e l’Italia

Il 9 aprile l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini ha riportato su Facebook quello che avrebbe scritto il quotidiano tedesco Die Welt, in un articolo contro l’Italia.

«“Gli Italiani devono essere controllati” dalla Commissione Europea... “La mafia aspetta soltanto una nuova pioggia di soldi da Bruxelles...”», ha scritto Salvini. «Così oggi il giornale tedesco Die Welt. Vergognatevi».

L’accusa è stata ripresa su Twitter e Facebook anche dalle pagine ufficiali della Lega, sia con un’immagine in cui si vede il presidente del Consiglio Giuseppe Conte con la presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen con la scritta: «Italiani mafiosi popolo da controllare. Die Welt», sia con un’immagine dove si vedono Von der Leyen e la cancelliera tedesca Angela Merkel con la scritta «Italiani?? Niente soldi, vanno alla mafia! Die Welt».

Ma che cosa ha detto davvero il quotidiano tedesco? Che gli italiani sono «mafiosi» e un «popolo da controllare», a cui non bisogna dare soldi? Abbiamo verificato.

L’articolo del Die Welt

Il 9 aprile il quotidiano tedesco Die Welt – di orientamento conservatoreha pubblicato un articolo di opinione intitolato “Signora Merkel, non retroceda!”, sul dibattito in corso in sede europea sulla possibilità di introdurre i cosiddetti “eurobond” per fare fronte all’emergenza coronavirus.

«Certo, i paesi dell’Unione europea dovrebbero aiutarsi a vicenda nella crisi causata dal nuovo coronavirus. Ma senza limiti? E senza alcun controllo?», si legge nel sottotitolo al pezzo di Die Welt. «In Italia la mafia sta solo aspettando da Bruxelles una nuova pioggia di denaro».

L’articolo continua sottolineando come Italia e Francia stiano spingendo per la creazione degli eurobond, che secondo l’autore dell’articolo Christoph B. Schiltz «sarebbero una gigantesca perdita di miliardi per i contribuenti tedeschi», una possibilità sottolineata anche da alcuni economisti italiani, come ad esempio Roberto Perotti su La Repubblica il 29 marzo scorso.

Da qui il titolo dell’articolo, che invita la cancelliera tedesca Angela Merkel – in nome della «sovranità nazionale» che deve bilanciare la «solidarietà» – a opporsi alle obbligazioni a livello europeo. Anche perché, secondo quanto scritto da Die Welt, gli interventi messi in campo dall’Ue in favore di Paesi come Italia e Spagna sarebbero già sufficienti.

Il quotidiano rimprovera poi al governo tedesco di non essere intransigente come i Paesi Bassi nell’opporsi alla creazione degli eurobond.

L’articolo di Die Welt, nelle ultime righe, riprende in un inciso il riferimento alla mafia fatto nel sottotitolo, dove si sostiene che in Italia «la mafia è una presenza fissa a livello nazionale e attende solo una nuova pioggia di denaro da parte di Bruxelles». Anche per questo motivo, conclude Die Welt, l’Ue dovrebbe controllare attentamente come gli italiani spenderanno gli aiuti europei.

Sulla parola “mafia” il quotidiano tedesco rimanda a un suo articolo, pubblicato il 5 aprile 2020, intitolato con un virgolettato: «La pandemia è un terreno fertile ideale per la mafia».

Il riferimento è a un passaggio specifico di un articolo scritto il 22 marzo 2020 dallo scrittore Roberto Saviano su La Repubblica – espressamente citata da Die Welt – in cui si denunciava il rischio che le organizzazioni criminali potessero approfittare dell’emergenza per fare guadagni illeciti, senza limiti geografici, non solo in Italia ma anche in tutta Europa.

«La pandemia è il luogo ideale per le mafie e il motivo è semplice: se hai fame, cerchi pane, non ti importa da quale forno abbia origine e chi lo stia distribuendo; se hai necessità di un farmaco, paghi, non ti domandi chi te lo stia vendendo, lo vuoi e basta», ha scritto Saviano su La Repubblica. «È solo nei tempi di pace e benessere che la scelta è possibile».

La posizione espressa dal Die Welt nel suo articolo di opinione del 9 aprile non è comunque l’unica che circola nel dibattito sugli eurobond in Germania. Ad esempio, il 7 aprile la rivista tedesca Der Spiegel ha pubblicato un editoriale che critica la posizione della Germania contraria alla creazione degli eurobond e a forme innovative di aiuto verso Paesi come l’Italia.

In conclusione

Il 9 aprile Matteo Salvini e gli account social della Lega hanno criticato il quotidiano tedesco Die Welt, contrario alla creazione degli eurobond e colpevole a detta loro di avere scritto che gli italiani sono dei «mafiosi», che vanno «controllati» dalla Commissione Ue e a cui non bisogna dare soldi.

L’articolo in questione è un articolo di opinione pubblicato dal Die Welt, in cui effettivamente si legge che la mafia è una presenza costante a livello nazionale in Italia – ma non che gli italiani siano tutti dei «mafiosi», né che non debbano ricevere aiuti economici – e che sta aspettando una «pioggia» di soldi dall’Europa.

A sostegno della sua tesi, Die Welt usa un suo articolo in cui vengono utilizzate delle parole dello scrittore Roberto Saviano, che nei giorni scorsi ha messo in guardia dalla possibilità che le organizzazioni criminali italiane possano fare profitti illeciti dall’emergenza coronavirus, ma non solo nel nostro Paese, ma anche in tutta Europa.

Il quotidiano tedesco, oltre a ribadire il suo “no” agli eurobond, chiede quindi maggiori controlli da parte di Bruxelles su come verranno utilizzati gli aiuti – «anche», ma non solo – dal nostro Paese.

Logo
Logo
Logo
Logo