Pubblicato: giovedì 1 gennaio 1970
La foto del Papa con Rouhani e il quadro che raffigura nudità è falsa

La visita del presidente iraniano Hassan Rouhani in Italia, il 25 e 26 gennaio, è stata molto commentata anche per la decisione di coprire con pannelli rigidi le statue nude dei Musei Capitolini di Roma, dove è avvenuto l’incontro con Matteo Renzi, per evitare “imbarazzi” a Rouhani. La bizzarra iniziativa è stata ripresa anche dalla stampa internazionale.

In molti hanno descritto questa “schermatura” come una figuraccia internazionale, e lo stesso ministro della Cultura Dario Franceschini ha più volte ripetuto di aver trovato la scelta “incomprensibile”.

Nelle ultime ore è diventata virale sui social network un’altra foto, che ritrae invece papa Francesco, Hassan Rouhani e diversi membri delle rispettive delegazioni posare davanti a un quadro che raffigura tre figure femminili seminude.

La foto circolava su Twitter già nel primo pomeriggio del 26 gennaio, poche ore dopo visita di Rouhani in Vaticano (cominciata alle 11).

Si tratta però di un fotomontaggio, come notato dal quotidiano britannico The Independent, che ha definito la foto “seemingly doctored”, cioè “apparentemente falsificata”. Le foto originali dell’incontro al Palazzo Apostolico del Vaticano, infatti, mostrano alle spalle del Papa e del presidente iraniano un quadro completamente diverso e più pudico. Si tratta della Resurrezione di San Francesco al Prato, dipinta nel 1499 dal Perugino.

Embed from Getty Images

Nel fotomontaggio che circola online (l’immagine di partenza è molto simile a quella visibile ad esempio qui) il quadro del Perugino è stato sostituito da una raffigurazione delle Tre Grazie dipinte da Rubens nel Seicento, un quadro che si trova oggi al Museo del Prado di Madrid.

Logo
Logo