Luigi Di Maio

Di Maio ha ragione: siamo il primo Paese Ue per afghani evacuati

«Siamo il primo Paese dell’Unione europea per cittadini afghani evacuati» (min. 0:46)

Pubblicato: 30 ago 2021
Data origine: 28 ago 2021
Macroarea questioni sociali

Il 28 agosto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio (Movimento 5 stelle) ha accolto all’Aeroporto Fiumicino di Roma l’ultimo volo di evacuazione italiano proveniente da Kabul, la capitale dell’Afghanistan, tornata nelle mani dei talebani.

Tra le altre cose, Di Maio ha dichiarato che l’Italia è il «primo Paese dell’Unione europea» per numero di «cittadini afghani evacuati». È davvero così?

Abbiamo verificato e, dati alla mano, il ministro del M5s dice la verità.

Che cosa dicono i numeri

Secondo i dati ufficiali del Ministero della Difesa, grazie all’operazione Aquila Omnia – iniziata a metà agosto – l’Italia ha evacuato dall’Afghanistan 5.011 persone, di cui 4.890 cittadini afghani. Tra di loro, c’erano 1.301 donne e 1.453 bambini.

I quasi 4.900 evacuati afghani dall’Italia sono effettivamente il numero più altro tra i Paesi dell’Unione europea, come dichiarato dal ministro Di Maio. In base ai dati pubblicamente messi a disposizione dalle autorità nazionali, gli altri tre grandi Paesi dell’Ue – Germania, Francia e Spagna – hanno per esempio registrato numeri più bassi di quelli italiani per quanto riguarda i soli afghani evacuati.

Il sito del Ministero della Difesa tedesco dichiara che la Germania ha evacuato 5.347 persone, ma non specifica quante di queste sono afghane. Secondo fonti stampa tedesche e internazionali, i civili afghani portati in salvo dalla Germania sarebbero circa 4.100, qualche centinaio in meno rispetto a quelli evacuati dall’Italia. La Germania ha concluso le sue operazioni di salvataggio il 26 agosto.

Il 27 agosto la ministra della Difesa francese Florence Parly ha annunciato che con l’operazione Apagan la Francia ha evacuato circa 3 mila persone, di cui oltre 2.600 afghane. Lo stesso giorno il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha dichiarato che la Spagna ha tratto al sicuro 2.206 persone, di cui, secondo fonti stampa, 1.898 afghane. Entrambi i due Paesi hanno terminato le loro operazioni il 27 agosto.

graph

Grafico 1. Cittadini afghani evacuati dai quattro grandi Paesi dell'Unione europea – Fonte: Governi nazionali

Se si allarga lo sguardo oltre i quattro grandi Paesi Ue, non ci sono comunque altri Stati comunitari che hanno evacuato quasi 5 mila afghani come l’Italia. Il 29 agosto l’agenzia stampa Reuters ha pubblicato i dati più aggiornati sulle evacuazioni, Paese per Paese, e tra quelli membri dell’Ue spiccano il Belgio (oltre 1.400 evacuati totali), la Danimarca (circa mille), i Paesi Bassi (circa 2.500), la Svezia (circa 1.100), la Polonia (circa 900). In Europa ma fuori dall’Ue, il Regno Unito ha evacuato, al 29 agosto, oltre 14.500 persone, di cui quasi 8 mila afghani.

Il verdetto

Secondo Luigi Di Maio, «siamo il primo Paese dell’Unione europea per cittadini afghani evacuati». Abbiamo verificato e, in base ai dati comunicati dai vari Stati dell’Ue, il ministro degli Esteri italiano ha ragione.

Da metà agosto l’Italia ha portato al sicuro poco più di 5 mila persone, di cui quasi 4.900 afghani. Al secondo posto troviamo la Germania, con circa 4.100, seguita da Francia (oltre 2.600) e Spagna (quasi 1.900).

In conclusione, Di Maio si merita un “Vero”.

Logo
Logo