No, Laura Boldrini non ha detto che non si può condannare un migrante stupratore perché non conosce le leggi italiane
Pubblicato: mercoledì 15 maggio 2019

Il 14 maggio su Facebook è stata pubblicata una foto dell'ex presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, con una dichiarazione a lei attribuita: «Se qualche migrante stupra non lo si può condannare perché lui non conosce le nostre leggi».

Questa notizia non trova riscontro in nessuna testata nazionale e locale e non è presente in nessun account social ufficiale della deputata di Liberi e Uguali (qui, qui e qui). È quindi da ritenersi frutto di fantasia.

Come ha ricostruito il sito di fact-checking Bufale.net, la frase, in realtà, è stata pronunciata da Carmen Di Genio – avvocato e membro del Comitato Pari Opportunità della Corte d’Appello di Salerno –, durante il Convegno Nazionale sulla sicurezza e la legalità tenutosi a settembre 2017, all'interno di un discorso in cui si sosteneva che per parlare di vera accoglienza per i migranti è necessaria un’educazione, riferita alla conoscenza e al rispetto delle leggi italiane.

Logo
Logo
Logo
Logo