No, non ci sono prove dell'esistenza di un "vaccino aerosol" per il controllo del pensiero
Pubblicato: martedì 6 febbraio 2018

Martedì 2 febbraio il blog koenig2099 – The eagle flight ha pubblicato un articolo dal titolo “600 ceppi di un vaccino aerosol per il controllo del pensiero già testato sull’uomo; somministrato via aria, cibo e acqua”. Nel testo si legge che secondo un documento pubblicato su WantToKnow.info e un video "trapelato dal Pentangono" e pubblicato su Youtube, “negli ultimi otto anni gli scienziati del governo hanno attivamente ingegnerizzato vaccini virali progettati per alterare pensieri e credenze infettando il cervello e sopprimendo l’espressione genetica delle cellule neurologiche. La dispersione di questi vaccini è stata testata mediante spray aerosol avio disperso (scie chimiche) ad alta quota, veicoli autostradali, approvvigionamento idrico e persino il sistema alimentare”. L’obiettivo sarebbe quello di “infettare le menti della popolazione e trasformare le persone in ciò che il governo definisce ‘normale’”, cioè “obbediente e senza mente”.

L’intero articolo è la traduzione letterale di un pezzo del 2015 apparso su NaturalNews.com, un sito che, come riportava Forbes due anni fa, aveva raggiunto la prima posizione nella classifica del “Peggior sito di scienza nel 2016” redatta da Real Clear Science per via delle numerose “credenze pseudoscientifiche e orientate alla cospirazione” che pubblica.

Snopes, sito americano di fact-checking, in un articolo, aveva già definito “falsa” la notizia pubblicata da NaturalNews.com perché le uniche prove a sostegno del rumor sono "un video dalla veridicità discutibile e un documento senza fonte che dovrebbe descrivere il progetto".

Partiamo dal documento, datato giugno 2007. È stato pubblicato su un sito, WantToKnow.info, che, spiega Snopes, è impegnato nella discussione e diffusione di materiale relativo alla cospirazione. Inoltre, non viene fornita nessuna fonte o prova a sostegno della sua veridicità, anzi la stessa persona che l'ha inserito nel sito ha ammesso che potrebbe essere falsificato.

Passiamo al video. Pubblicato nel 2011, ma in cui compare una data in sovraimpressione del 2005, si vede il relatore di quella che sembra una presentazione scientifica dire, in effetti, che alcuni "vaccini ingegnerizzati" possono “trasformare un fanatico religioso in una persona normale”. Come dimostrazione di questa tesi vengono mostrate le immagini dei cervelli che sarebbero “di due persone differenti”.

In realtà, come verificato da Metabunk.org, le due figure rappresentano lo stesso cervello, quello di un uomo di 43 anni, e sono riprese da un articolo pubblicato nel 2010 sul sito dell'Accademia Americana di Neurologia. Quindi, specifica Metabunk.org, molte cose non tornano: "un video caricato nel 2011 è teoricamente un video segreto del Pentagono del 2005. Ma in realtà utilizza immagini photoshoppate da un articolo del 2010”, cioè dopo la data indicata in sovraimpressione nel video.

Inoltre, la gran parte delle voci intorno a questo esperimento sul controllo delle mente è stata diffusa in rete da una persona interessata a realizzare un documentario su questa presunta cospirazione, ricostruisce Snopes. Infine, spiegava ancora Snopes, questo eventuale programma di vaccinazione su larga scala avrebbe dovuto utilizzare tecnologie fino ad allora mai viste: “Nessuna di queste tecnologie correlate [...] è mai stata applicata o addirittura testata in qualsiasi area della scienza o della medicina" e sarebbero così segrete da essere praticamente sconosciute nella tecnologia farmaceutica documentata.

Logo
Logo