Beppe Grillo

"150.000 avvocati. Gli avvocati di Milano sono di numero maggiore di tutti gli avvocati della Gran Bretagna. Gli avvocati di Roma sono di numero maggiore di tutti gli avvocati della Francia". (min. 22:02)

Pubblicato: 15 feb 2013
Data origine: 04 feb 2013
Macroarea giustizia

Beppe Grillo e una dichiarazione che profuma di "Vero". Su internet è un tripudio dei blog più disparati che riportano dati simili, saltati fuori come funghi soprattutto dopo che nel 2008 l'allora presidente vicario della Corte d'Appello di Roma, Claudio Fancelli, dichiarò che a Roma si trovavano tanti avvocati quanti in tutta la Francia e il Corriere ci scrisse un articolo. L'articolo precisava anche:"il presidente Fancelli non fa numeri, ma è sicuro dei suoi dati". Incuriositi, andiamo alla ricerca di questi dati. Risultato? Un'altra bufala che popola il web...

Partiamo dal primo dato: numero di avvocati in Italia. Che ce ne siano tanti è indubbio. Lo ha mostrato recentemente anche la Cepej (Commissione Europea per l'Efficienza della Giustizia, istituita in seno al Consiglio d'Europa) nell'ultimo Rapporto sui sistemi giudiziari europei del 2012. Si tratta di un tomo di 443 pagine che vi risparmiamo volentieri (un riassunto a cura del Sole 24 Ore è disponibile qui per chi fosse interessato) e andiamo dritti al punto. A pagina 308 si trova un elenco del numero di avvocati in 46 Paesi. I dati sono riferiti al 2010 e vedono l'Italia prepotentemente in testa con 211.962 avvocati. Ma il numero nel frattempo è aumentato, se si pensa che la recentissima Relazione sull'amministrazione della giustizia nell'anno 2012 specifica che gli iscritti all'albo nell'agosto 2012 sono 247.040. I dati, ripartiti per Regione, sono disponibili anche sul sito dell'Albo nazionale degli avvocati. Grillo ha dunque sottostimato notevolmente il dato: non 150mila, ma quasi 250mila avvocati affollano lo Stivale. Ben più staccati gli altri Paesi: la Gran Bretagna (i dati parlano di Regno Unito ma Grillo parla di Gran Bretagna - quindi sommiamo i valori di Inghilterra, Scozia e Galles) è seconda con 175.860 avvocati, seguita dalla Germania a quota 155.679 e la Spagna a 125.208. La Francia si distingue per un numero molto più basso di avvocati: 51.758 nel 2010 secondo i dati Cepj, anche se il Conseil National des Barreaux (l'Ordine degli Avvocati francese) parla di 53.744 avvocati al primo gennaio 2011, in aumento in media del 3,5% ogni anno, per cui possiamo stimare che ad oggi in Francia ci siano tra i 55 e i 60 mila avvocati.

Veniamo ora al confronto Milano-Gran Bretagna. Un articolo del Corriere del 2010 parla di circa ventimila avvocati, dato confermato sul sito dell'Ordine degli avvocati di Milano, che annovera un totale di 17.162 avvocati, cui si aggiungono 1.613 praticanti abilitati al patrocinio. Considerando i dati sopra, vediamo che in Gran Bretagna gli avvocati sono dieci volte di più. Forse Grillo ha fatto confusione nel sistema britannico tra solicitors e barristers: in estrema sintesi, i primi essenzialmente prestano la consulenza legale ai clienti ed istruiscono la pratica mentre i secondi rappresentano e difendono la parte davanti alla Corte. Secondo il Legal Services Board, in Inghilterra e in Galles, nel 2012, ci sarebbero 15.204 barristers - un numero che, a fronte dei 17mila avvocati di Milano, confermerebbe la dichiarazione di Grillo. Tuttavia, anche i solicitors sono lawyers - avvocati - e non è corretto non considerarli tali.

Passiamo al confronto Roma-Francia. Dati ufficiali sul numero di avvocati iscritti all'Ordine di Roma non si trovano, ma diverse fonti parlano di cifre intorno alle 20mila unità: l'Unione dei giovani avvocati italiani (Ugai) ne rileva circa ventimila; l'articolo del Corriere citato sopra parla di 21mila avvocati; un partner dello studio legale Cleary Gottlieb su Repubblica sostiene ce ne siano 24 mila, così come afferma anche una recente inchiesta su Panorama. In ogni caso, secondo l'Albo nazionale, nel Lazio gli avvocati sono poco più di 30mila, quindi i numeri rimangono ben lontani da quelli francesi. Certo, se paragonati ai nostri cugini d'Oltralpe rimangono numeri notevoli, ma che a Roma ci siano più avvocati che in tutta la Francia sembra un mito da sfatare.


Tre errori su tre fanno guadagnare a Beppe Grillo il giudizio da tutti temuto: "Panzana pazz
esca"!

Logo
Logo
Logo
Logo