Umberto Ambrosoli

"Dobbiamo portare l'occupazione al 70%, oggi è al 55% quella femminile, e al 73% quella maschile, per questo dobbiamo investire in servizi per l'infanzia".

Pubblicato: 18 feb 2013
Data origine: 10 feb 2013
Macroarea economia

Il tema del lavoro e dell'occupazione è decisamente caro ad Ambrosoli che sottolinea ancora una volta la necessità di portare il tasso di occupazione regionale al 70% (per un'analisi di fattibilità di questa proposta, si veda qui).

Come già presentato in una precedente analisi il tasso di occupazione nel 2012 era pari al 65% circa, almeno secondo i dati trimestrali dell'Istat disponibili fino alla fine di settembre (trimestre III - III; dati riassunti nella tabella).

Purtroppo queste stesse rilevazioni non permettono di entrare in maggiore dettaglio per quanto riguarda le percentuali di occupazione femminile e maschile. Per queste, dobbiamo considerare i dati del 2011, qui riproposti da un interessante documento del Dipartimento delle Politiche di Sviluppo del Ministero del Tesoro. A pagina 7, le tabelle elaborate su dati Istat mostrano che il tasso di occupazione maschile era pari al 74.1%, mentre quello femminile al 55.2% (per riferimento, il tasso di occupazione maschile a livello nazionale era pari al 67.5%, mentre quello femminile al 46.5%). 

Preciso Ambrosoli, che guadagna un "Vero".

 

Logo
Logo
Logo
Logo