Ylenja Lucaselli

No, le famiglie povere non sono aumentate di due milioni

«Nel 2020 abbiamo toccato il record assoluto di povertà, con due milioni di famiglie povere in più»

Pubblicato: 21 apr 2021
Data origine: 20 apr 2021
Macroarea questioni sociali

La deputata di Fratelli d’Italia Ylenja Lucaselli, in un’intervista con Formiche.net del 20 aprile, ha sostenuto che l’anno scorso sia stato raggiunto «il record assoluto di povertà, con due milioni di famiglie povere in più».

La prima parte dell’affermazione è corretta, mentre il numero riferito alle famiglie è per fortuna del tutto sbagliato. Andiamo a vedere i dettagli.

I dati sulla povertà nel 2020

Come abbiamo scritto di recente, la povertà assoluta viene calcolata guardando ai consumi delle famiglie per i beni e servizi considerati essenziali per evitare gravi forme di esclusione sociale. Ad esempio, i viveri, l’abitazione, i beni durevoli di prima necessità.

Secondo le stime preliminari dell’Istat pubblicate a marzo 2021 i dati relativi al 2020 sono i peggiori da che la povertà assoluta viene misurata in Italia, cioè dal 2005. Stime più precise dovrebbero uscire a giugno, come ogni anno.

Gli individui in condizione di povertà assoluta sono oltre 5,6 milioni e le famiglie poco più di due milioni (due milioni e novemila). Livelli mai registrati prima.

Made with Flourish

Grafico 1. L’andamento del numero di famiglie in condizione di povertà assoluta tra il 2005 e il 2020. Fonte: Istat

Nel 2019 gli individui poveri assoluti erano 4,6 milioni – e dunque nel 2020 c’è stato un aumento di circa un milione – e le famiglie poco meno di 1,7 milioni: dunque l’aumento nel 2020 è stato di 335 mila unità.

Ecco dunque l’errore di Lucaselli: le famiglie in povertà assoluta non sono aumentate di due milioni nel 2020 (avrebbe significato un aumento superiore al doppio rispetto al 2019). Sono aumentate di 335 mila unità, arrivando a superare di poco la soglia dei due milioni.

Il verdetto

La deputata di Fratelli d’Italia Ylenja Lucaselli ha affermato il 20 aprile che nel 2020 è stato raggiunto «il record assoluto di povertà, con due milioni di famiglie povere in più».

È vero che sia stato toccato il record di povertà assoluta da che questa viene misurata, cioè dal 2005. È però sbagliato dire che nel 2020 ci fossero due milioni di famiglie povere in più.

L’anno scorso le famiglie in povertà assoluta erano in totale poco più di due milioni. L’aumento rispetto al 2019 è stato di circa 335 mila famiglie.

Per Lucaselli dunque un “Nì”.

Logo
Logo