Danilo Toninelli

I bandi di gara per la Tav sono partiti?

«[Sulla Tav Torino-Lione] Non è partito alcun bando, si tratta di manifestazioni di interesse che prevedono clausole di recesso senza oneri».

Pubblicato: 28 giu 2019
Data origine: 26 giu 2019
Macroarea altro

Questa analisi fa parte della Pagella Politica di Agi e contiene solo il verdetto, con modifiche. Qui puoi leggere l’articolo completo.

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ha detto che per la Tav Torino-Lione «non è partito alcun bando», ma «solo manifestazioni di interesse che prevedono clausole di recesso senza oneri».

È vero: per la realizzazione del tunnel di base sono stati pubblicati i cosiddetti “avvisi di interesse” per il lato francese e quello italiano, una sorta di fase preparatoria per la pubblicazione dei bandi di gara veri e propri. In questo periodo, che scadrà a settembre, Telt deve infatti selezionare i candidati idonei a partecipare alla gara, ma può bloccare il procedimento senza obblighi e costi per i due Paesi nel caso in cui questi manifestassero l’intenzione di volersi fermare.

Ad oggi, però, un atto in questo direzione non è ancora avvenuto: nonostante le promesse del governo, il processo per realizzare la Tav sta quindi andando avanti.

Danilo Toninelli merita un “Vero”.

Questa analisi fa parte della Pagella Politica di Agi e contiene solo il verdetto, con modifiche. Qui puoi leggere l’articolo completo.

Logo
Logo
Logo
Logo