Matteo Renzi

Governo Renzi e governo Conte: spese a confronto

«Il governo Conte spende per la comunicazione e per le spese di Palazzo molto di più di quello che spendevamo noi. Rocco Casalino stia un po’ più attento alle sue spese e con i risparmi permetta a Radio Radicale di continuare a vivere».

Pubblicato: 08 apr 2019
Data origine: 03 apr 2019
Macroarea istituzioni

Questa analisi fa parte della Pagella Politica di Agi e contiene solo il verdetto, con modifiche. Qui puoi leggere l’articolo completo.

Secondo l’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi, oggi Palazzo Chigi costa di più rispetto ai tre anni del suo governo. L’attuale senatore del Pd ha ragione sui costi della comunicazione (maggiori con Conte di circa 60 mila euro), ma esagera sui costi di gestione, che secondo le previsioni per il 2019 sono in linea con la media tra il 2014, 2015, e 2016. Insomma, il «molto di più» usato da Renzi sembra eccessivo.

Per quanto riguarda Radio Radicale, è vero che i fondi all’editoria così come quelli destinati alla gestione della Presidenza del Consiglio dei ministri sono assegnati con la legge di Bilancio di fine anno.

Per quanto riguarda la convenzione con il Ministero dello Sviluppo economico, anche in questo caso è il governo che autorizza – sempre con la legge di Bilancio – le spese per finanziare Radio Radicale nella trasmissione delle sedute parlamentari.

La decisione di Lega e M5s resta però politica, anche se i risparmi di gestione di Palazzo Chigi invocati da Renzi (60 mila euro nella comunicazione e poco più di un milione di euro per la gestione) non basterebbero comunque a coprire il taglio che Radio Radicale ha ricevuto dallo Stato, che supera solo per la convenzione con il Mise i 5 milioni di euro.

Matteo Renzi merita un “Nì”.

Questa analisi fa parte della Pagella Politica di Agi e contiene solo il verdetto, con modifiche. Qui puoi leggere l’articolo completo.

Logo
Logo
Logo
Logo