Silvio Berlusconi

Berlusconi sbaglia sulla durata dei processi in Italia

«Chi è chiamato come imputato in un processo penale per avere la sentenza di primo grado [in Italia, n.d.r.] deve aspettare in media 1.120 giorni. Quanto aspetta un olandese? 98 giorni. Quanti giorni in media negli altri Paesi europei? Meno di 400 giorni» (min. 35:35)

Pubblicato: 21 feb 2019
Data origine: 19 feb 2019
Macroarea giustizia

Questa analisi fa parte della Pagella Politica di Agi e contiene solo il verdetto. Qui puoi leggere l’analisi completa.

Il verdetto

L’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi riporta numeri scorretti quando parla della durata del primo grado del processo penale in Italia. Secondo la fonte più autorevole – e che consente un confronto internazionale – che è il rapporto Cepej, in Italia il primo grado viene definito in media in 310 giorni, quasi un quarto dei 1.120 giorni riportati dall’ex Cavaliere.

Scorretti poi anche i dati riferiti all’Olanda (128 e non 98 giorni) e alla media degli altri Paesi europei (138 giorni e non 400 circa). È però vero che l’Italia resta “maglia nera” in Europa per durata del primo grado di giudizio nei processi penali.

In conclusione, Berlusconi merita un "Pinocchio andante".

Questa analisi fa parte della Pagella Politica di Agi e contiene solo il verdetto. Qui puoi leggere l’analisi completa.

Logo
Logo
Logo
Logo