Matteo Salvini

Davvero al Cara di Mineo solo 2 ospiti su 3.042 scappano dalla guerra?

"Cara di Mineo [...] Oggi su 3.042 ospiti scappano dalla guerra in 2. Profughi o clandestini?"

Pubblicato: 17 set 2015
Data origine: 04 set 2015
Macroarea questioni sociali

In seguito alla visita al Centro Accoglienza Richiedenti Asilo (Cara) di Mineo, Matteo Salvini ha prontamente scritto un tweet in cui sostiene che appena due dei 3.042 ospiti starebbero scappando dalla guerra. "Profughi o clandestini?" si chiede Salvini. E' una dichiarazione simile ma non identica ad una che ha rilasciato alla stampa fuori dal Centro pochi minuti prima (e che abbiamo verificato qui).

Le nazionalità presenti al Cara di Mineo

Per verificare le nazionalità presenti al Cara in questione abbiamo contattato il Ministero dell'Interno, che ci ha inviato una tabella aggiornata al 14 settembre (noi la condividiamo con voi tramite questo Google doc). In quella data gli ospiti erano 2.974, rispetto ai 3.042 che Salvini dice di aver trovato 10 giorni prima. I tre Paesi più rappresentati nel centro di Mineo sono la Nigeria, con 734 ospiti; il Gambia (467) e il Mali (371). Salvini qui non dice chi sarebbero i "2" ospiti che scappano dalla guerra, ma presumiamo dalla dichiarazione citata sopra che siano i cittadini libici ed eritrei.

I rifugiati non scappano solo dalla guerra

E' il caso di aprire una parentesi utile a ricordare che la Convenzione di Ginevra non definisce "rifugiato" solo chi scappa da una guerra, bensì chiunque sia:

nel giustificato timore d’essere perseguitato per la sua razza, la sua religione, la sua cittadinanza, la sua appartenenza a un determinato gruppo sociale o le sue opinioni politiche, si trova fuori dello Stato di cui possiede la cittadinanza e non può o, per tale timore, non vuole domandare la protezione di detto Stato.

Chi scappa da cosa?

Posto che quindi non bisogna scappare da una guerra per essere definito "rifugiato", abbiamo evidenziato i Paesi presenti al Cara siciliano definiti come posti in cui c'è "poca" o "pochissima" pace dal Global Peace Index dell'Institute for Economics and Peace*. Tra questi troviamo Paesi come la Nigeria (afflitta da Boko Haram nelle regioni del Nord Est), l'Afghanistan e il Pakistan (talibani/Al Qaeda), il Mali, etc. Incrociando questi dati con quelli delle nazionalità presenti a Mineo abbiamo visto che ci sono 1.561 ospiti che hanno lasciato Paesi in situazioni di guerra o simili. E non è detto che tra i rimanenti ospiti non vi siano persone cui verrà assegnato lo status di rifugiato o qualche altra forma di protezione internazionale (ad esempio in Europa nel primo trimestre 2015 sono state accettate il 38% delle richieste d'asilo fatte da cittadini del Gambia, il secondo Paese nella lista di ospiti a Mineo e un Paese in cui la situazione non è sicuramente rosea, secondo Human Rights Watch).

Il nostro verdetto

Il tweet di Salvini ignora la definizione di rifugiato e scarta preventivamente migliaia di persone che scappano da situazioni di oggettiva insicurezza. Non è possibile definire ex ante quanti ospiti del Cara siciliano sono sicuramente rifugiati, ma è indubbio che oltre la metà dei presenti provengono da Paesi in stato di guerra o di forte violenza. "Panzana Pazzesca".

______

* Si veda qui per la metodologia del Global Peace Index.

Logo
Logo
Logo
Logo