Renato Brunetta

Quanti vivono in povertà assoluta?

“Istat certifica oltre 4 milioni di italiani in povertà assoluta, rimasti stabili a livello massimo. E Matteo Renzi esulta. Contento lui…”.

Pubblicato: 24 lug 2015
Data origine: 15 lug 2015
Macroarea questioni sociali

Come succede ogni volta che l'Istat pubblica aggiornamenti sul lavoro o sulla condizione economica degli italiani, tali dati vanno da subito ad alimentare il dibattito politico.

Quanti italiani vivono in condizioni di povertà assoluta?

Qualche giorno fa l'Istat ha diffuso le stime sulla povertà, introducendo una novità metodologica: mentre fino all'anno scorso veniva calcolata sulla base dell'indagine sui consumi da quest'anno si basa sulle spese delle famiglie*. L'Istat mostra che gli individui che vivono sotto la soglia di povertà assoluta - la spesa minima necessaria per acquisire i beni e servizi inseriti in un paniere di beni e servizi essenziali - coinvolge 4 milioni e 102 mila persone, pari ad un milione e 470 mila famiglie e al 6,8% della popolazione residente. Al Sud la percentuale sale al 8,6%.

E' rimasta stabile a livello massimo?

La povertà assoluta è leggermente in calo rispetto ai 4 milioni e 420 mila del 2013 - il "livello massimo" a partire dal 2005, se guardiamo al dato storico ricostruito dall'Istat sulla base della nuova metodologia. Tuttavia, l'istituto statistico segnala che tale calo "non è statisticamente significativo" e quindi l'incidenza della povertà assoluta è "sostanzialmente stabile" (pag. 1).

Se approfondiamo le caratteristiche del fenomeno, osserviamo che restano delle sacche di forte difficoltà nei piccoli comuni del Sud, dove si registra una povertà assoluta doppia rispetto alle città della stessa area. Al contrario, nel Nord del Paese, i picchi più rilevanti si raggiungono nelle aree metropolitane. Inoltre si registra un'incidenza più alta tra le famiglie con stranieri - 12,9% tra le famiglie miste e 23,4% per le famiglie composte da soli stranieri.

Povertà assolutaIl verdetto

Brunetta riporta correttamente il dato sul numero degli individui in povertà assoluta, rimasto sostanzialmente stabile ai livelli massimi.

* Per ulteriori informazioni sul cambiamento di metodologia e sui suoi effetti rimandiamo al nostro blog pubblicato la scorsa settimana.


Ti è piaciuta l'analisi? Sostieni la nostra campagna di crowdfunding su Kickstarter, lanciata per produrre una mini-serie di video animati con i quali sveleremo le più clamorose panzane dei politici! http://kck.st/1HHpHOt

Logo
Logo
Logo
Logo