Matteo Renzi

Occupazione delle mie brame, qual è il vero dato del reame?

"A fronte di un'occupazione che fa 261 mila posti di lavoro in più in un anno".

Pubblicato: 09 giu 2015
Data origine: 06 giu 2015
Macroarea questioni sociali

Continua il ping pong mediatico fra membri dell'opposizione e della maggioranza sulla situazione occupazionale nel nostro Paese.

Matteo & Istat

Per controllare quanto detto dal Premier ci rifacciamo all'ultimo aggiornamento in materia rilasciato dall'Istat.

graph

Scaricando la serie storica è possibile ricostruire il dato che fa al caso nostro.

Dopo il calo degli ultimi due mesi, ad aprile 2015 gli occupati sono aumentati dello 0,7% (+159 mila) rispetto al mese precedente, tornando ai livelli registrati a fine 2012.

Rispetto ad aprile 2014 invece (il dato che interessa a noi) l’occupazione è in aumento dell’1,2% (+261 mila) e il tasso di occupazione di 0,7 punti.


Di pari passo, è in diminuzione il numero di disoccupati, passati da 3.177 milioni a 3.161 milioni ossia -17 mila unità, il che rappresenta una flessione percentuale dello 0,5%.

Verdetto

Va specificato che tecnicamente quelli che sono cresciuti di 261 mila unità non sono i posti di lavoro ma gli occupati. Tuttavia, a differenza di precedenti dichiarazioni che testimoniavano una più grave confusione, qui Renzi non parla di aumenti di occupazione inesistenti. Proprio per questo motivo, e nonostante questa piccola imprecisione, i dati citati dal Premier sono giusti: "Vero" da Pagella Politica.

Logo
Logo
Logo
Logo