Angelino Alfano

I numeri degli sbarchi in Sicilia

"La Sicilia sopporta il 90 per cento degli sbarchi oltre al 20 per cento dell'accoglienza".

Pubblicato: 11 mag 2015
Data origine: 09 mag 2015
Macroarea questioni sociali

Angelino Alfano, ministro dell'Interno e leader del Nuovo Centrodestra, descrive in maniera chiara la situazione degli sbarchi e dei centri d'accoglienza nella sua terra natia, la Sicilia.

Partiamo dagli sbarchi

Grazie all'Ismu - fondazione che elabora i dati rilasciati dal Ministero dell'Interno - facciamo il punto degli sbarchi nel territorio più toccato dalla recente ennesima esplosione dell'emergenza immigrazione.

graphAl 2 marzo 2015 (ultimi dati disponibili) il 76,5% degli sbarchi di quest'anno sono avvenuti in Sicilia, di cui un terzo a Lampedusa, Linosa e Lampione. I rimanenti si sono registrati per il 18,1% in Calabria, il 4,1% in Campania e l'1,3% in Puglia.

Numeri abbastanza lontani da quelli riferiti da Alfano, considerando anche che in tutto il 2014 la percentuale si era fermata al 70%.

In valori assoluti, al 2 marzo 2015 sono sbarcate in Sicilia 6.033 persone, su un totale di 7.882 di tutta l'Italia.

E i centri d'accoglienza?

Qui la situazione è molto più simile a quella riportata da Alfano. Nell'ultimo report in materia rilasciato dal Viminale e aggiornato a febbraio 2015, apprendiamo che il 21% dei migranti arrivati in Italia è stato ospitato in strutture temporanee in Sicilia, prima Regione italiana. A seguire il Lazio (13%), e la Puglia (9%).

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano esagera con i dati sugli sbarchi in Sicilia, ma si salva con i numeri sui centri d'accoglienza: "C'eri quasi"!

Logo
Logo
Logo
Logo