Matteo Renzi

"I numeri non sono più quelli devastanti di qualche mese fa: nel 2012, abbiamo chiuso a meno 2,4, nel 2013, nove mesi fa, abbiamo chiuso a meno 1,9, oggi siamo a meno 0,2". (Min. 02:40)

Pubblicato: 17 set 2014
Data origine: 16 set 2014
Macroarea economia

Fresca del discorso di ieri di Renzi alla Camera, questa dichiarazione si focalizza sui punti percentuali persi dall'Italia in questi ultimi anni. Facciamo il calcolo assieme al Premier.

Secondo i dati di Eurostat il nostro Pil è effettivamente calato del 2,4% e dell'1,9% rispettivamente nel 2012 e 2013. Per quanto riguarda il 2014, Renzi si riferisce alle stime dell'Istat per il secondo semestre. L'istituto di statistica nazionale conferma, infatti, che il Pil è in diminuzione dello 0,2 nel periodo tra aprile e giugno, sia rispetto al trimestre precedente che allo stesso trimestre dell'anno scorso.

Se guardiamo invece al nostro posizionamento nelle economie mondiali, negli ultimi anni l'Italia si è classificata decima fino al 2012, ed è stata sorpassata dal Messico proprio lo scorso anno. E' tuttavia vero che abbiamo perso posizioni rispetto agli inizi del 2000, quando eravamo l'ottava economia mondiale (dati del Fondo Monetario Internazionale, peso percentuale delle economie sul Pil globale a parità di potere d'acquisto).


Dichiarazione precisa: Renzi conquista un "Vero" da Pagella Politica.

Logo
Logo
Logo
Logo