Angelino Alfano

"Nell'era Pisapia c'è stata un'impennata della microcriminalità rispetto agli anni di Letizia Moratti di quasi il 150 per cento".

Pubblicato: 03 ott 2012
Data origine: 18 set 2012
Macroarea giustizia

E' un Angelino Alfano già in piena campagna elettorale quello che si presenta a un'intervista per Il Giornale. Incalza l'amministrazione comunale sul tema della sicurezza e afferma sicuro che durante la Giunta Pisapia la criminalità è aumentata di quasi il 150% rispetto agli anni del sindaco Moratti. D'altronde, uno dei cavalli di battaglia del centrodestra durante la campagna elettorale per le elezioni comunali era il paventato rischio che Milano si sarebbe trasformata, con Pisapia sindaco, in una sorta di Gotham City. Per tutta risposta, Il Post ha verificato i dati pubblicati dalla Polizia di Stato. Pensate un po': i delitti commessi nel 2011 (le elezioni si tennero in aprile) sono addirittura in calo rispetto all'anno precedente - 96.149 contro 97504. L'aumento si sarà concentrato tutto nel 2012? Macché. Anche nel primo quadrimestre del 2012, i reati rispetto all'analogo periodo precedente (con Moratti ancora sindaco, dunque) fanno registrare una lieve diminuzione: 30.504 contro 31.741. Non è chiaro da dove il segretario del Pdl abbia registrato un aumento del 150%, che alla luce dei dati è evidentemente una "Panzana pazzesca".

Logo
Logo
Logo
Logo