Mario Mauro

"Dal 2004, quando sono entrate nell'Unione Europea, [le famiglie polacche] hanno visto lo stipendio dei propri operai aumentare di 20 volte". (Min. 1:46:44)

Pubblicato: 26 lug 2013
Data origine: 28 mar 2013
Macroarea economia

Prima di entrare nel merito della dichiarazione apriamo una parentesi informativa sullo stipendio medio dei polacchi. Secondo il Central Statistical Office, lo stipendio mensile medio in Polonia è passato da 2289,57 zloty nel 2004 a 3521,67 nel 2012: un aumento del 53,8%. Lo zloty polacco ha un valore pari a 0,238 euro (tasso di cambio al 7 aprile), per cui ad oggi lo stipendio medio di un cittadino polacco equivale a circa 838 euro. Nello specifico, Mario Mauro parla del salario degli operai.

Sempre secondo l'ufficio statistico polacco*, nel 2004 il salario mensile medio di un dipendente nel settore industriale (cliccando su Sections by PKD 2004 si può vedere come per "industria" si considerino i settori C+D+E) equivaleva a 2292,75 pln, mentre nel 2008 (ultimo anno disponibile della serie) era pari a 2979,24, registrando un aumento del 29,9%.

Utilizzando sempre i dati Csu relativi ad un'altra serie**, notiamo come nel 2011 (ultimo anno disponibile) il salario medio fosse pari a 3479,94 pln. In questa serie, il salario mensile medio di un addetto nell'industria è calcolato includendo i settori B,C, D e E, come si può osservare nella Sections by NACE rev.2.

Se consideriamo, quindi, l'aumento da 2292,75 nel 2004 a 3479,94 nel 2011, vediamo che esso equivale a 51,7%. Anche se i dati appartengono a serie leggermente diverse, è facile intravedere come il dato proposto da Mario Mauro - un aumento di 20 volte ovvero del 2000% - è ben lontano dal reale aumento, che si aggira intorno al 50%.

E' giusto notare che la descrizione offerta dal Csu non specifica se per "salario del settore industriale" si intenda solo quello degli operai o se viene inclusa anche la dirigenza. Ragion per cui, per completezza, osserviamo come è cambiato il salario minimo, ossia la paga minima che i datori di lavoro devono garantire ai propri dipendenti. Secondo i dati dell'Oecd***, tra il 2004 e il 2012, il salario minimo annuale è passato da 9888 zloty a 18000 zloty, un aumento del 182%. Un aumento notevole, ma non quanto indicato da Mauro, a cui va un "Pinocchio andante" per aver comunque sottolineato la presenza di una crescita significativa.

* Il percorso per trovare i dati è: Data yearly/Wages and salaries and social security benefits/Wages and salaries/Average monthly gross wages and salaries in national economy by PKD 2004 (NTS-2, 2002-2008).

** Il percorso per trovare i dati è: Data yearly/Wages and salaries and social security benefits/Wages and salaries/Average monthly gross wages and salaries in national economy by NACE rev.2 -NTS-2, 2005-2012.

*** Bisogna selezionare "labour" tra i temi e poi "earnings/minimum wage at current prices".

Logo
Logo
Logo
Logo