Ignazio Marino

"Secondo l’Istat e la Comunità di Sant’Egidio, il 4% della popolazione romana è povera. Facendo i calcoli le persone al di sotto della soglia di povertà, sono 100mila. 100mila come gli abitanti di una città intera, come la popolazione di Bolzano, Novara o Ancona".

Pubblicato: 26 apr 2013
Data origine: 14 apr 2013
Macroarea questioni sociali

Il candidato sindaco del Pd continua la sua corsa al Campidoglio, toccando uno dei temi caldi per qualsiasi gara elettorale: la povertà.

Dal blog de L'Espresso, Marino cita uno studio annuale che la Comunità di Sant'Egidio formula sul livello di povertà nella capitale. Si tratta di un rapporto stilato ogni anno, che mette insieme i dati del Ministero dell'Interno e Istat. Marino utilizza i dati del primo Rapporto Sulla Povertà a Roma e nel Lazio, redatto nel 2011. Purtroppo Pagella Politica non è riuscita a rintracciare il testo integrale del documento, ma una serie di articoli di quei giorni - per esempio La Repubblica, che conferma i 100mila poveri a Roma, pari quasi al 4% della popolazione romana - confermano quanto detto da Marino.

Per quanto riguarda il paragone con le città di Bolzano, Novara e Ancona, il sito dell'Istat offre un valido aiuto ai nostri analisti. Infatti, nella sezione dedicata alle cifre demografiche "Demo", si legge che le tre città italiane oscillano tra i 100mila e 105mila abitanti, confermando quanto detto da Marino. Gli stessi dati vengono riportati da Comuni-Italiani.it, portale che raccoglie numeri statistici sulle città italiane.

Per gli appassionati della materia, vi diamo anche il link al Rapporto Sulla Povertà a Roma e nel Lazio 2012, presentato nello scorso mese di gennaio a Roma.

"Vero" per Ignazio Marino.

Logo
Logo
Logo
Logo