Giulio Terzi

"I dati parlano chiaro: c'è una specie di seconda faccia della luna nella nostra economia, un'Italia che si muove verso l'estero con tassi di crescita nell'export del 10% nel primo semestre di quest'anno, con un portafoglio di commesse e di procurement impressionante. Mentre l'economia interna è stagnante"

Pubblicato: 03 ott 2012
Data origine: 14 set 2012
Macroarea economia

Il ministro degli Esteri non è stato molto preciso in questa circostanza. In primo luogo, non è chiaro quale sia il periodo di riferimento su cui misurare la crescita delle esportazione – se ai primi sei mesi del 2012 o se all’intero anno. Dal nostro punto di vista per effettuare un raffronto sarebbe più corretto misurare periodi analoghi. In questo senso, il ministro azzecca il trend ma non i numeri: le rilevazioni Istat evidenziano, sì, un incremento dell’export nei primi sei mesi dell’anno, rispetto allo stesso periodo del 2011. Tuttavia, l’incremento registrato non è del 10% ma del 4.2%. Se da una parte il ministro sembra esagerare il dato positivo, dall’altra minimizza quello negativo: la nostra economia, infatti, non è stagnante - è in recessione. Le ultime stime del governo indicano, per il 2012, un calo del Pil del 2.4%. "Pinocchio andante" per Terzi!

Logo
Logo
Logo
Logo