Beppe Grillo

"Lo Tsunami che ha travolto la politica italiana ha spazzato via uno tra i parlamenti più vecchi d'Europa (55 anni di media) restituendo i parlamentari più giovani di tutto il mondo occidentale e dell'intera storia della Repubblica. L'età media, tra Camera e Senato, è di 48 anni, più bassa rispetto non solo a quella dei paesi dell'Ue, ma anche a quella degli Stati Uniti, tutti con un'età media di oltre 50 anni. I deputati eletti avranno un'età media di 45 anni e i senatori di 53 anni. Nella scorsa legislatura l’età media dei deputati era di 54 anni (9 anni di differenza) mentre quella dei senatori di 57 anni (4 anni di differenza)".

Pubblicato: 06 mar 2013
Data origine: 28 feb 2013
Macroarea istituzioni

I paragoni tra parlamento italiano e reparto geriatrico di un ospedale non si sono mai sprecati nella storia della satira e del giornalismo del Belpaese. Sarà vero, come dice Grillo, che il suo Tsunami a cinque stelle abbia davvero abbassato l'eta media dei nostri parlamentari? 

Partiamo dalla realtà italiana e ci facciamo aiutare dal rapporto della Coldiretti i cui risultati sono stati ripresi da molti mezzi d’informazione sia nazionali, come Internazionale e Repubblica, sia internazionali, come Bloomberg. Come si può vedere sintetizzato nel grafico qui sotto, effettivamente Grillo ha ragione sul "parlamento più giovane dell'intera storia della Repubblica": i nostri nuovi deputati hanno, in media, 45 anni, mentre i senatori ne hanno 53; considerati nel loro complesso i parlamentari italiani hanno un'eta media di 48 anni. Grillo azzecca anche il paragone con la scorsa legislatura: nel 2008 l'età media dei deputati era pari a 54 anni, mentre quella dei senatori era pari a 57.

 

 
 
Passiamo ora alla dimensione internazionale di quest'analisi. Grillo in questa dichiarazione parla di Paesi occidentali, un campione decisamente impegnativo. Cominciamo la nostra analisi consultando il Global Parliamentary Report dell'Inter-Parliamentary Union che analizza solo macro-aree geografiche. L'età media dei parlamentari italiani risulta, effettivamente, inferiore a quella europea e delle due Americhe. Ma non solo, gli onorevoli e i senatori italiani sono più giovani anche rispetto alla media dei Paesi arabi, dell'Africa e della Regione Asia-Pacifico. 
 
 
Cerchiamo, però, adesso di scendere un po' più nel dettaglio. Non si capisce veramente bene con che cosa Grillo voglia paragonare il parlamento italiano: l'Unione Europea? L'occidente? Noi abbiamo selezionato un campione di dodici stati (Usa, Canada, Spagna, Germania, Francia, Regno Unito, Paesi Bassi, Belgio, Danimarca, Norvegia, Svezia e Finlandia) che abbiamo messo a confronto con l'Italia. Per rigore analitico, abbiamo scelto di preferire, quando possibile, i dati ufficiali presi direttamente dai portali dei parlamenti nazionali o da altre fonti ufficiali; questo ci ha permesso di allargare leggermente il campione preso in esame dalla Coldiretti. Quando ciò non è stato possibile, abbiamo ovviato alla mancanza di dati calcolando manualmente l'età media dei parlamentari all'inizio della rispettiva legislatura sulla base del loro anno di nascita o tramite i dati della Inter-Parliamentary Union. Purtroppo i dati da noi elaborati non sono completi: mancano all'appello 20 senatori spagnoli che non hanno indicato il loro anno di nascita; inoltre sottolineiamo che il Bundesrat (Consiglio Federale, che per facilità di lettura abbiamo qui paragonato con i Senati). Infine ricordiamo che la Danimarca, la Norvegia, la Svezia e la Finlandia, diversamente dalle altre realtà nazionali qui in esame, presentano un sistema parlamentare unicamerale. I dati sono sintetizzati nel grafico sottostante.  
 


Come si vede, il nostro parlamento risulta effettivamente tra i più giovani, ma non il più giovane in assoluto: i parlamentari belgi hanno un'età media di 47 anni, quelli danesi di 44, quelli norvegesi e svedesi di 48. Anche prendendo in considerazione le due Camere la situazione non cambia; riescono a far meglio di noi i Paesi Bassi alla Camera (44 anni contro i 45 italiani) e il Belgio al Senato (49 anni contro i 53 italiani). 
 
Un'ultimissima precisazione: Grillo definisce quello della scorsa legislatura "uno dei parlamenti più vecchi d'Europa"; non si tratta di un'affermazione errata, ma invitiamo i nostri lettori a paragonare i 55 anni di media italiani, con i 61 francesi ed inglesi.
 
Una dichiarazione fondamentalmente corretta ma impostata in maniera un po' confusionaria e con qualche sbavatura qua e là. Con la precisazione che, allargando il campione attraverso l'inclusione del resto dell'Ue e di quei Paesi che possono essere considerati occidentali, anche i risultati potrebbero cambiare, Pagella Politica premia Beppe Grillo con un "C'eri quasi"!
 
Relativamente alle fonti utilizzate:
Canada: Camera e Senato - Usa - Spagna: Camera e Senato (calcolati manualmente su dati IPU) - Francia: Camera e Senato - Germania: Bundestag e Bundesrat (calcolato manualmente) - Paesi Bassi: Camera e Senato (calcolati entrambi manualmente) - Belgio: Camera e Senato (calcolati manualmente su dati IPU) - Regno Unito: House of Commons e House of Lords - Danimarca - Norvegia, Svezia e Finlandia (calcolati manualmente su dati IPU).
Logo
Logo
Logo
Logo