Notizia vecchia: l'inchiesta della Procura di Trapani sul vescovo Francesco Miccichè
Pubblicato: mercoledì 30 ottobre 2019

Il 22 ottobre il sito Custonaci Web ha pubblicato un articolo dal titolo Un attico da 800000€ per il vescovo Micciché sfruttando i fondi per i bambini malati”. Nel testo si legge che quasi 2 milioni di euro provenienti dall’8x1000 destinato negli ultimi tre anni dalla Santa Sede alla diocesi di Trapani sarebbero finiti nelle tasche dell’ex vescovo Francesco Miccichè «nei confronti del quale la Procura si appresta a chiudere l’indagine che lo vede accusato di appropriazione indebita, malversazione, diffamazione e calunnia nei confronti del suo ex economo, don Antonino Treppiedi, verso il quale aveva cercato di stornare i sospetti per un misterioso ammanco nelle casse della Curia».

Questa notizia è di quattro anni fa ed è stata ora pubblicata senza un chiaro riferimento temporale che permetta al lettore di capire quando il fatto si è realmente verificato.

Custonaci Web ha infatti ripreso, senza specificarlo, parte di un articolo pubblicato da Repubblica il 15 dicembre 2015, come si può leggere qui. La notizia relativa all'attico da 800 mila euro che sarebbe stato pagato con soldi dei «fondi per i bambini malati» è stata invece pubblicata, sempre da Repubblica, il 19 ottobre 2017. Si tratta di un'inchiesta della Procura di Trapani aperta anni prima nei confronti di Francesco Miccichè.

Logo
Logo
Logo
Logo