Pubblicato: giovedì 1 gennaio 1970
Virus 2013/2014 Puntata 7 - Luoghi comuni sulla scuola

7 marzo 2014 - Nella puntata di stasera abbiamo verificato alcuni luoghi comuni sulla scuola.

LUOGO COMUNE #1 “IN ITALIA SPENDIAMO TROPPO IN ISTRUZIONE”

Dai confronti con il resto d’Europa, sembrerebbe proprio di no. Vediamo a questo link gli ultimi dati disponibili, relativi al 2010. Con appena il 4,5% del Pil dedicato alla spesa pubblica complessiva per l’istruzione, eravamo ben al di sotto della media UE del 5,44%.

LUOGO COMUNE #2 “LE NOSTRE CLASSI SONO SOVRAFFOLLATE”

Anche qui andiamo a fare un confronto con il contesto internazionale, questa volta usando dati Ocse sulla dimensione media delle classi nelle scuole elementari pubbliche. Dati a pag.372 Troviamo che l’Italia, con una dimensione media delle classi di 19 studenti circa si colloca sotto la media Ocse di 22 studenti per classe e sotto Paesi come la Francia, la Germania, il Regno Unito e la Spagna. Almeno alle elementari quindi le classi sono poco affollate in media. La questione semmai sarà una di distribuzione tra le varie scuole, ma complessivamente non abbiamo un problema di sovraffolamento. Un altro luogo comune infondato.

LUOGO COMUNE #3 “TROPPI LAUREATI”

Vediamo invece dai dati Eurostat che la proporzione di laureati sul totale della popolazione è bassina. Nel 2012 infatti appena il 14,3% di tutti gli italiani tra i 25 e 74 anni aveva conseguito un titolo di laurea. La media europea era del 25,9%.

LUOGO COMUNE#4 “GLI STIPENDI DEGLI INSEGNANTI SONO BASSI”

Qui andiamo a vedere un dato interessante raccolto sempre dall’Ocse. E’ il rapporto tra lo stipendio medio di un insegnante della scuola media con 15 anni di anzianità e lo stipendio medio di un laureato. Trovate i dati a questo link a p. 378. Anche qui siamo in fondo alla classifica, e che effettivamente questo luogo comune parrebbe avere delle solide basi, almeno per quanto riguarda l’istruzione secondaria. Un insegnante delle medie guadagna infatti circa il 61% di quello che guadagna un laureato medio, rispetto alla media OCSE del 85%, o addirittura a posti come Spagna e Germania dove nel 2011 un insegnante guadagnava più del laureato medio.

LUOGO COMUNE #5: “I GIOVANI NON HANNO SPAZIO NEL CORPO DOCENTI”

Questo luogo comune appare clamorosamente fondato. I dati Eurostat mostrano che nel 2011 solo lo 0,3% degli insegnanti nelle scuole elementari aveva meno di trent’anni. In Gran Bretagna, anche grazie a programmi come Teach First che colloca neolaureati nelle scuole, la proporzione di insegnanti under 30 nelle scuole elementari è 100 volte quella nostrana. Anche sulla scarsità di giovani tra gli insegnanti delle elementari dobbiamo dar ragione al sentito dire.

Logo
Logo
Logo
Logo