Pubblicato: lunedì 24 febbraio 2020
Photo: Ansa
Le altre 30 bufale sul coronavirus

Se vi siete imbattuti in bufale riguardo il nuovo coronavirus o avete dubbi su informazioni che vorreste verificare,
scrivete a contatti@pagellapolitica.it!

Carri armati in Italia e nuovo coronavirus

Negli ultimi giorni in Italia diversi utenti sui social network hanno collegato l’esercitazione militare Defender Europe 20 – organizzata dagli Stati Uniti in collaborazione con la Nato – con il nuovo coronavirus sostenendo, tra le altre cose, che i militari siano «esenti» dal contrarre il nuovo coronavirus e che esista un vaccino contro il Covid-19. In contemporanea al diffondersi di questa falsa notizia, sono comparse una serie di bufale su presunti carri armati che circolerebbero in questi giorni in Italia. Ne parliamo qui, qui, qui, qui e qui.

Per saperne di più.

Le accuse alla Cina messe in bocca a Gallera

Dopo i casi che hanno coinvolto Bersani e la manifestazione a Roma in ricordo di Valerio Verbano, alcuni utenti Twitter di lingua cinese stanno nuovamente diffondendo bufale sull’emergenza Covid-19 in Italia. Questa volta al centro della notizia falsa ci sarebbero delle accuse (inventate) dell’assessore alla sanità lombarda, Giulio Gallera, nei confronto della Cina.

Contrariamente a quanto sostenuto nel tweet in cinese, Gallera non ha mai accusato la Cina di aver mentito all’Italia sulla diffusione del Covid-19, ma ha semplicemente affermato che il virus si sta diffondendo in Lombardia ad un passo più veloce di quanto la regione aveva previsto sulla base dei dati provenienti dalla Cina.

Per saperne di più.

No, kiwi e compresse Cebion non sono una cura per il nuovo coronavirus

Circola su Twitter la notizia secondo cui sarebbe stata «trovata la cura per combattere efficacemente» il nuovo coronavirus. Una «tisana di Verbasco 2 volte al giorno, spremuta d’arancia, 1Kiwi e vitamina C(compresse cebion)». Questa cura, stando a quanto riportato sui social network, sarebbe stata testata su alcuni pazienti.

Si tratta di una bufala smentita, tra gli altri, anche da Cebion Italia, azienda produttrice della vitamina C indicata nel tweet.

Per saperne di più.

Notizia falsa: il comunicato del Viminale sui controlli di Polizia a casa

Il 9 marzo su Facebook è stato pubblicato un post di una presunta nota del Ministero dell'Interno in cui si leggeva che erano «previsti controlli di Polizia per chi esce di casa senza motivi di lavoro, salute o per necessità».

Questa notizia è falsa, smentita dal Viminale.

Per saperne di più.

Notizia falsa: Dipartimento della Protezione Civile e biocontenimento BSL-4

Il 10 marzo su Facebook è stato pubblicato il post di una presunta comunicazione del Dipartimento della Protezione Civile dove si legge che «in collaborazione col governo» avrebbe «deliberato che il 15 marzo se l’epidemia non è stata contenuta verrá dichiarato il biocontenimento BSL-4. Il più alto che prevede protocolli di contenimento estremamente stringenti».

Questa comunicazione è falsa ed è stata smentita dal Dipartimento della Protezione Civile sui propri canali social.

Per saperne di più.

No, ad aprile le pensioni non saranno ridotte del 50% a causa del coronavirus

Circola una falsa circolare dell'Inps in cui si legge che per il mese di aprile le pensioni sarebbero ridotte del 50 per cento a causa dell'emergenza coronavirus.

Si tratta di una bufala, smentita dall'Inps.

Per saperne di più.

Notizia falsa: il resoconto degli ospedali lombardi sulla vitamina C che favorisce la guarigione da Covid-19

L'11 marzo è stato pubblicato un post su Facebook in cui viene riportato un messaggio dove si legge che sarebbe arrivato «un resoconto dell'ospedale Sacco, San Gerardo di Monza, Policlinico ed altri ospedali.. Hanno appurato ed accertato che somministrando vitamiba C ai pazienti affetti da coronavirus è fondamentale, e sta favorendo la guarigione. Quindi sarebbe consigliato l'assunzione di vitamina C anche a scopo preventivo».

Questa notizia è falsa ed è stata smentita sia dal Policlinico di Milano sia dall'Ospedale Sacco.

Per saperne di più.

No, nel 2012 non è stato predetto che un virus cinese avrebbe devastato il mondo

Nelle ultime settimane è stata più volte pubblicata sui social network un’immagine che mostrerebbe lo status Facebook di un utente che, il 27 gennaio 2012 alle ore 18:54 – dunque otto anni fa – avrebbe predetto, per il 2020, l’arrivo di un virus dalla Cina. Si legge: «Tra 8 anni un virus generato in Cina devasterà il mondo».

Figura 1: Presunto post del 2012 sull’arrivo di un coronavirus dalla Cina (in realtà modificato di recente)

La notizia è falsa. Lo status dell’utente Facebook è stato in realtà modificato recentemente, come si può verificare aprendo la “cronologia delle modifiche”. Il 27 gennaio 2012 l’utente non aveva scritto che un virus proveniente dalla Cina avrebbe «devastato il mondo». La frase è frutto una modifica effettuata il 27 gennaio 2020 alle ore 10:53 su uno status pubblicato otto anni prima.

Per saperne di più.

No, non esiste un disinfettante per mani prodotto anni fa e attivo contro il Sars-Cov-2

Nelle ultime settimane sono state pubblicate sui social network alcune immagini che mostrano un flacone di un disinfettante per mani, di marca «Primagel plus». La confezione riporta la scritta «attivo contro il Coronavirus». Questa informazione e la presenza sul mercato del gel a partire dal 2009/2010 ha portato molti utenti a ritenere che già in passato si sapesse della futura diffusione del Sars-Cov-2.

Figura 2: Post Facebook con flaconi del disinfettante per mani Primagel Plus

Si tratta di una bufala. Non esiste ad oggi un gel disinfettante attivo contro il Sars-Cov-2.

Con il termine «coronavirus» si identifica – come spiega, tra gli altri, anche l’Istituto Superiore di Sanità – un’ampia famiglia di virus respiratori che possono causare malattie di diverso esito, dalle più lievi a moderate a sindromi respiratorie gravi.

Contattata da Pagella Politica, la Allegrini, azienda produttrice del gel disinfettante, ha spiegato che il prodotto è stato registrato presso il ministero della Salute anni fa. Sull’etichetta del flacone è riportata la validità del gel disinfettante sulla generica famiglia dei coronavirus fino a quel momento conosciuti. Non c'è quindi alcun legame con il ceppo del nuovo coronavirus Sars-Cov-2.

Per saperne di più.

La falsa dichiarazione di Enrico Mentana sul coronavirus che ha colpito «la parte più produttiva del Paese»

Il 22 febbraio è stata pubblicata su Facebook un’immagine che riporta una presunta dichiarazione rilasciata da Enrico Mentana, direttore del Tg La7 ed editore di Open. Stando a quanto riportato, Mentana avrebbe detto – in riferimento al diffondersi del Covid-19 nelle regioni dell’Italia settentrionale – che «è un peccato che il Coronavirus abbia attaccato la parte più produttiva del Paese».

Si tratta di una bufala. La dichiarazione non trova riscontro in alcuna testata nazionale e/o locale né in alcun profilo social ufficiale del giornalista. La notizia è stata smentita anche da Mentana.

Per saperne di più.

Il falso tweet del governatore della Toscana Enrico Rossi

Il 22 febbraio è stata pubblicata sui social network l’immagine di un presunto tweet scritto dal governatore della Toscana, Enrico Rossi (Partito democratico). Rossi avrebbe dichiarato: «I tre cosiddetti positivi al Coronavirus in Lombardia o sono dei falsari o dei fascioleghisti! In Toscana non abbiamo paura abbiamo gli anticorpi contro il virus e contro il fascismo. Hasta l’antibiotico siempre!!!».

Si tratta di una notizia falsa. La dichiarazione, oltre a non trovare conferma in alcuna testata nazionale e/o locale, proviene dall’account twitter @enricorossi, mentre l'account ufficiale del governatore della regione Toscana è @rossipresidente.

Per saperne di più.

Notizia falsa: il cinese «linciato» per aver cercato di infettare i passeggeri della metropolitana

Il 10 febbraio è stata pubblicata sui social network la foto di un uomo dai tratti orientali ferito in volto. Si legge che l’uomo, mentre si trovava all’interno della metropolitana, avrebbe cominciato «per gioco» a «tossire e starnutire in faccia a tutti». A quel punto gli altri passeggeri, credendo che fosse tra i positivi al covid-19, l’avrebbero linciato.

Questa notizia è falsa. L’uomo fotografato è Demetrio Elida, un filippino di 31 anni che nella notte tra il 6 e il 7 febbraio 2020 è stato aggredito a Cagliari perché accusato di essere di origine cinese e di diffondere il Sars-Cov-2 nella regione. I carabinieri hanno aperto un’indagine per identificare i responsabili.

Per saperne di più.

No, il Sars-Cov-2 non è nato in laboratorio

Alla fine di gennaio si è diffusa in Italia la bufala secondo cui il Sars-Cov-2 sarebbe un virus collegato a un programma segreto di armi batteriologiche, nato in un laboratorio della città di Wuhan (epicentro del contagio in Cina).

Si tratta di una notizia falsa: non esiste alcuna prova che sia così. L’idea è nata dall’intervista a un esperto data a uno screditato giornale statunitense. In seguito, lo stesso esperto ha detto di non avere prove che l’origine del virus sia artificiale, e che nell’intervista stava solo facendo ipotesi. Nonostante questo, quella del «virus nato in laboratorio» è diventata una delle più comuni bufale sul nuovo coronavirus.

Per saperne di più.

No, a Bovalino (RC) non ci sono due casi di Sars-Cov-2

Il 24 febbraio è stata pubblicata su Facebook l'immagine di un presunto articolo pubblicato dall'Ansa in cui si parla di due casi di Sars-Cov-2 a Bovalino, in provincia di Reggio Calabria.

Figura 3: Immagine di un falso articolo dell'Ansa

Ad oggi (24 febbraio 2020, ore 16:30) la notizia non trova alcuna conferma ufficiale e non risulta essere presente in alcuna pubblicazione ufficiale dell'Ansa. Si tratta di una notizia falsa. I casi fino ad ora accertati si trovano in Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna, Lazio.

Per saperne di più.

No, il video del posto di blocco in Cina non è reale. Si tratta di una esercitazione

Negli ultimi giorni sta circolando su Youtube e WhatsApp un video che sembra mostrare un posto di blocco in Cina e l’arresto di un uomo che si era rifiutato di scendere dalla propria vettura per ulteriori accertamenti dopo che la sua temperatura corporea era risultata essere più alta del previsto. Nel video l’arresto dell’uomo coinvolge diversi agenti, molti dei quali indossano delle tute azzurre, delle mascherine bianche e degli scudi protettivi.

Figura 4: Immagine del video dell’esercitazione avvenuta in Cina

In realtà, come ha ricostruito il collega David Puente, non si tratta di un episodio realmente accaduto ma di una simulazione. Come mostra la versione completa del video (differente rispetto alla parziale circolata su WhatsApp) alcuni degli agenti non direttamente coinvolti nel falso arresto sorreggono un cartello, posizionato in modo tale che sia ben visibile dalle macchine che circolano nella direzione opposta, con scritto sopra «Exercises».

Per saperne di più.

Non è vero che le consegne nei supermercati italiani sono sospese

Negli ultimi giorni i supermercati del Nord d'Italia sono stati presi d'assalto dai cittadini che, preoccupati dalla diffusione di casi di covid-19 e dal rischio di una quarantena forzata, hanno preferito assicurarsi una buona scorta di alimenti. La corsa ai supermercati e l'alto numero di acquisti, ha portato al progressivo svuotamento degli scaffali dei principali supermercati.

In queste ore sta circolando su Facebook la notizia secondo cui gli scaffali dei supermercati «sono vuoti anche perché non arrivano i camion a consegnare».

Figura 5: Post Facebook in cui si parla della mancanza di consegne nei supermercati

Si tratta di una bufala. I rifornimenti alimentari sono, al 25 febbraio 2020, garantiti in tutta Italia. Il 24 febbraio 2020 la Coldiretti, con uno specifico comunicato, ha rassicurato i cittadini garantendo la consegna dei propri prodotti «in tutte le aree del Paese». Stessa garanzia è stata data anche da Coop ed Esselunga.

Notizia falsa: scuole chiuse in tutta Italia fino al 5 marzo

Sui social network sta circolando la notizia secondo cui il presidente del Consiglio Giuseppe Conte avrebbe disposto la chiusura di tutte le scuole «d’Italia di ogni grado e ordine per la grave e allarmante situazione che incombe sulla nostra nazione» fino al 5 marzo 2020.

Figura 6: Post Facebook in cui si parla della chiusura delle scuole in tutta Italia fino al 5 marzo

La notizia è falsa. A smentirla, il 25 febbraio 2020, sono stati la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina e il presidente del Consiglio Conte.

Per saperne di più.

Notizia falsa: l'Avis di Paderno Dugnano (Milano) e la ricetta per fare l'amuchina in casa

Nelle ultime ore sta circolando sui social network e su WhatsApp una ricetta che, diffusa dall'Avis di Paderno Dugnano (Mi), permetterebbe di realizzare dell'amuchina in casa diluendo «2,5 cc di normale candeggina di bucato [...] in mezzo litro d'acqua».

Si tratta di una bufala. L'Avis di Paderno Dugnano (Mi) ha dichiarato di non aver messo in circolazione nessun messaggio a riguardo.

Inoltre, stando a quanto riportato da Dario Bressanini, chimico e divulgatore scientifico, la formula composta da candeggina e acqua è quella che permette di disinfettare la verdura ma non è efficace per disinfettare le mani. L'amuchina per mani è «a base di alcol etilico».

Per saperne di più.

Segnaliamo che una bufala simile è circolata anche senza alcun riferimento all'Avis di Paderno Dugnano. Per saperne di più.

Notizia falsa: Tencent e i 24mila morti da Sars-Cov-2 in Cina

Sui social network si è diffusa la notizia secondo cui Tencent – operatore della più grande piattaforma di social media cinese WeChat e creatore di un pagina online che tiene il conto dei contagiati, dei morti e dei guariti dal nuovo Coronavirus SARS-CoV-2 –, avrebbe pubblicato dei dati che mostrerebbero che i morti per il SARS-CoV-2 sarebbero, alle ore 23:39 del 2 febbraio 2020, oltre 24 mila.

La notizia è falsa ed è stata smentita da Tencent che ha denunciato la circolazione di notizie false a riguardo con una grafica molto simile a quella ufficiale. Secondi gli ultimi dati ufficiali pubblicati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità in Cina ci sono stati 2.595 morti dall'inizio dell'epidemia di Coronavirus SARS-CoV-2.

Per saperne di più.

Notizia falsa: Covid-19 a Sant'Egidio (Abruzzo)

Il sito Channel 45 news ha pubblicato un articolo in cui si parla del «primo caso accertato» del nuovo coronavirus Sars-CoV-2 a Sant'Egidio alla Vibrata, località in provincia di Teramo in Abruzzo.

Questa notizia, stando ai dati ufficiali ora disponibili (mercoledì 26 febbraio 2020, ore 12), è falsa e non trova riscontro in nessuna testata nazionale e locale, né sul sito del Comune, né su quello della Protezione civile.

Per saperne di più.

Notizia falsa: Covid-19 alla Bosch di Bari

Il sito Channel 45 news ha pubblicato un articolo in cui si legge che che «un operaio della Bosch Bari» sarebbe risultato positivo al coronavirus SARS-CoV-2 e che il contagio sarebbe legato alla «presenza di cittadini cinesi in azienda da diverse settimane».

Figura 7: Articolo pubblicato da Channel 45 News il 26 febbraio 2020

Questa notizia è falsa e non trova riscontro in nessuna testata nazionale e locale, né sul sito della Regione Puglia, né su quello della Protezione civile. La Puglia, ad oggi (26 febbraio 2020, ore 12) non è tra le regioni italiane con casi certificati di SARS-CoV-2.

Per saperne di più.

Nessun focolaio di Sars-Cov-2 a Parabiago e Nerviano (Lombardia)

Il 23 febbraio è stata pubblicata su Facebook un'immagine con una grafica simile ad una pagina del Televideo che riporta la notizia di un focolare di Coronavirus SARS-CoV-2 a Parabiago e Nerviano, in Lombardia.

Questa notizia è falsa ed è stata smentita da entrambi i comuni che hanno presentato una denuncia ai Carabinieri per procurato allarme.

Per saperne di più.

Notizia falsa: la ricetta per fare l'amuchina in casa fornita dalla Croce Rossa Italiana

Circola sui social network un'immagine che riporterebbe delle indicazioni fornite dalla Croce Rossa Italiana per produrre in casa dell'amuchina utilizzando candeggina e acqua.

Figura 8: Falsa comunicazione della Croce Rossa Italiana

Si tratta di una notizia falsa, smentita dalla stessa Croce Rossa contattata da Pagella Politica.

Per saperne di più.

No, il coronavirus Sars-Cov-2 non è stato brevettato dal Pirbright Institute

Il 25 febbraio è circolata su Facebook una foto di Bill Gates con in mano delle provette in cui si riteneva che il coronavirus Sars-Cov-2 fosse brevettato dal Pirbright Institute e che parte dei finanziamenti provenissero dalla Bill & Melinda Gates Foundation.

Figura 9: Falsa notizia sul legame tra coronavirus Sars-Cov-2, Pirbrigh Institute e Bill Gates

Questa notizia è falsa, smentita dallo stesso Pirbright Institute che ha spiegato di quali brevetti è in possesso. La Bill & Melinda Gates Foundation non ha finanziato questi lavori.

Per saperne di più.

No, l'autopsia sul medico di Wuhan non ha rilevato che è stato assassinato

Circola su Facebook un'immagine che mostra un tweet in cui viene riportata la notizia secondo cui Li Wenliang – medico di Wuhan (Cina) tra i primi a denunciare la presenza di un nuovo coronavirus e inizialmente perseguitato dalle autorità cinese per diffusione di informazioni false – non sarebbe morto a causa del covid-19 ma sarebbe stato assassinato.

Figura 10: Tweet in cui si riporta la notizia dell'assassinio di Li Wenliang

Come ricostruito dai colleghi di Lead Stories, questa notizia è falsa ed è stata originariamente pubblicata da un sito di disinformazione.

Per saperne di più.

Notizia falsa: caso di Sars-Cov-2 a Nereto (Abruzzo)

Il sito Channel 22 news ha pubblicato un articolo in cui si parla di un caso accertato di Sars-Cov-2 a Nereto, in Abruzzo.

Si tratta di una bufala. Ad oggi (28 febbraio 2020, ore 12:44) l'unico caso positivo in Abruzzo è a Roseto degli Abruzzi, in provincia di Teramo. Segnaliamo che Channel 45 news è un sito dove si possono creare finti articoli.

Per saperne di più.

Notizia falsa: coronavirus a Potenza (Basilicata)

Il sito Channel 45 news ha pubblicato un articolo dal titolo “Coronavirus anche in Basilicata! Colpito 44enne a Potenza”.

Il 23 febbraio 2020, l'Ufficio stampa della Regione Basilicata ha smentito la notizia. Anche il Sindaco di Potenza ha fatto lo stesso.

Per saperne di più.

No, il Vaticano non ha comunicato che Papa Francesco è positivo al Covid-19

Il 1 marzo su Facebook è stata pubblicata un'immagine in cui si legge in inglese «Vatican confirms Pope Francis and two aides test positive for Coronavirus». La foto è accompagnata da un testo che ne traduce il titolo: «il Vaticano conferma che Papa Francesco e due aiutanti risultano positivi al coronavirus».

Figura 11: Falsa notizia: Papa Francesco positivo al Sarc-Cov-2

Questa notizia non trova riscontro in nessuna testata internazionale, nazionale e locale e in un nessun comunicato ufficiale del Vaticano.

Il 29 febbraio 2020 il Vaticano ha comunicato che il Pontefice ha rinviato alcuni appuntamenti ufficiali «a causa di una lieve indisposizione» e che avrebbe rispettato gli eventi in programma all'interno della Domus Sanctae Marthae. Il 1 marzo 2020 un altro comunicato stampa emesso dal Vaticano ha riportato la notizia secondo cui Papa Francesco ha il raffreddore.

Per saperne di più.

No, a Valencia non è stato chiuso un «puticlub» a causa del nuovo coronavirus

Il 4 marzo 2020 è stata pubblicata su Facebook l'immagine di un testo dove si legge che un «puticlub» a Valencia (Spagna) sarebbe stato sigillato con 119 persone dentro, «perché una prostituta è stata trovata positiva» al nuovo Coronavirus SARS-CoV-2.

Come hanno verificato i colleghi fact-checker di Maldita.es, si tratta di una bufala pubblicata da un sito satirico e presa per vera.

Per saperne di più.

Notizia falsa: per prevenire il nuovo coronavirus bisogna bere acqua ogni 15 minuti

Il 5 marzo su Facebook è stato pubblicato uno status in cui si legge che contro il nuovo Coronavirus SARS-CoV-2 «tutti dovrebbero assicurarsi che la propria bocca e la propria gola siano umide, mai asciutte» e che per questo bisogna bere «qualche sorso d’acqua almeno ogni 15 minuti. Perché? Anche se il virus ti entra in bocca … l’acqua o altri liquidi lo spazzeranno via attraverso l’esofago e nello stomaco».

Questa notizia è falsa.

Per saperne di più.

Logo
Logo
Logo
Logo