Pubblicato: mercoledì 15 maggio 2019
Photo: Ansa
Podcast: Cannabis light, la (non) stupefacente verità

L'8 maggio il ministro dell’Interno Matteo Salvini e il ministro della Salute Giulia Grillo si sono scontrati sul tema della cannabis light in Italia. Il primo ha sostenuto che «non esistono droghe depotenziate» e si è impegnato a chiudere tutti cannabis shop. La seconda, invitando a non fare «disinformazione», ha precisato che in Italia non «non c'è una liberalizzazione delle droghe, né pesanti né leggere. Ci sono negozi che vendono prodotti di canapa con concentrazioni Thc che non hanno effetti stupefacenti».

Chi ha ragione? Perché in Italia la cannabis legale viene prodotta, venduta e consumata? Quanto Thc deve contenere una sostanza perché il suo effetto sia stupefacente? Oltre alla cannabis light, esistono anche la cannabis a scopo terapeutico e quella illegale: quali sono le differenze?

Abbiamo cercato di fare chiarezza con Marco Bertolotto, medico e direttore del Centro Terapia del dolore e cure palliative dell’ospedale Santa Corona di Albenga e Pietra Ligure, nostro ospite di questa puntata.

Siamo anche su Spotify, dove potrete ascoltare tutte le nostre puntate! Altrimenti c’è sempre Spreaker e gli altri programmi per i podcast.

Logo
Logo
Logo
Logo