Pubblicato: venerdì 29 marzo 2019
Il Global Compact «obbligatorio»: storia di una bufala europea

Il 27 marzo, la deputata e presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ha scritto su Twitter: «Ecco il documento segreto della Commissione UE per rendere obbligatorio il Global Compact per tutti gli Stati».

Allegato al tweet c’è un articolo de La Voce del Patriota - testata online diretta da un esponente di Fratelli d’Italia - dove è linkato un documento con il logo della Commissione europea che affronta il tema degli effetti legali del Global Compact sulle migrazioni.

La notizia che la Commissione Ue voglia rendere obbligatorio il Global Compact per tutti gli Stati è una bufala. Oltretutto una bufala che, nata in Ungheria, è stata ripresa dall’estrema destra europea e americana. In Italia, sia La Voce del Patriota che il sito web de il Giornale e la stessa Giorgia Meloni, ne avevano parlato già settimana scorsa, ma il tema è riemerso con la diffusione del “documento segreto”.

Vediamo passo passo perché la notizia è falsa e come si è diffusa nel continente.

Continua a leggere la Pagella Politica di Agi

Logo
Logo
Logo
Logo