Pubblicato: giovedì 1 gennaio 1970
Virus 2013/2014 Puntata 17 - Factchecking sulle analisi post-elettorali

30 maggio 2014 - Nella puntata di oggi verifichiamo alcune dichiarazioni fatte sul risultato delle elezioni europee di domenica 25 maggio.

Dopo le elezioni spesso chi va peggio delle aspettative si senta quasi in dovere di ingigantire il proprio risultato o, quantomeno, sminuire l’entità del calo.

Partiamo da Grillo che sul suo blog scrive:
"Non era mai successo che una forza politica che si presenta alle elezioni europee per la prima volta ottenesse un risultato così importante."
In realtà è già successo con Forza Italia nel 1994 - leggi l'analisi qui.

Vediamo poi come ha commentato il risultato elettorale “Il Mattinale”, giornale dei parlamentari di Forza Italia.

"Lo schieramento di centrodestra perde ovviamente terreno, ma in modo non così rilevante. La vecchia coalizione, che si presentò alle politiche, ottenne poco più di 9,5 milioni di voti. Se ricomponiamo il puzzle della frammentazione, tornando alle origini, la perdita, nel complesso, appare contenuta. Mancano all’appello poco più di 200 mila voti rispetto al Senato e poco più di 800 mila alla Camera."Il Mattinale 26 maggio 2014

Alle europee di domenica i quattro partiti di destra e centrodestra (Forza Italia, Lega Nord, NCD, e Fratelli d’Italia) hanno preso complessivamente 8,5 milioni di elettori.Vediamo invece che alla Camera nel 2013 la coalizione condotta da Silvio Berlusconi prese poco più di 10 milioni di voti e al Senato poco più di 9,6. I conti sono quindi sbagliati. Non mancano appena 200mila e 800mila voti. Ne mancano cinque volte tanti (un milione) rispetto al risultato del Senato, e più di un milione e mezzo rispetto al risultato della Camera. Per Pagella Politica questa dichiarazione è falsa.

Logo
Logo
Logo
Logo