È online uCheck, una nuova piattaforma di fact-checking collaborativo


Pubblicato il 27 feb 2018


Da pochi giorni è possibile utilizzare uCheck, una piattaforma online di fact-checking collaborativo che permette di mettere in contatto i fact-checker con i loro lettori. È stata sviluppata dalla startup italo-spagnola Precept, e si articola in un’estensione per Google Chrome e in un portale. Pagella Politica sostiene, e collabora con, il progetto.


L’iscrizione è gratuita e aperta a tutti. Installando l’estensione l’utente avrà a disposizione diversi vantaggi:

  • - Sarà possibile segnalare notizie (non solo intere bufale ma anche soltanto passaggi su cui si è in dubbio) per richiedere un accertamento da parte di altri fact-checker, il tutto direttamente dal sito dove si trova la notizia;
  • - sarà possibile essere avvertiti se la notizia che si sta leggendo è una bufala, o ha delle informazioni inesatte;
  • - sarà possibile accedere alla piattaforma e inserire commenti o link, dialogando con i fact-checker nel processo di verifica.


Ecco una dimostrazione:


uCheck è anche una piattaforma dove il processo di fact-checking viene moderato e generato dagli stessi utenti. Questi potranno non solo verificare, ma anche votare o commentare le verifiche degli altri.


L’intento della piattaforma e dei suoi creatori è quello di mettere al servizio della comunità online un sistema basato sulla condivisione della conoscenza, con dinamiche di voto che premino l'utente nel tempo e gli permettano di dare maggior peso alle proprie votazioni.


Pagella Politica, insieme ad altri fact-checker e associazioni italiane, collabora con il progetto, che si avvia in questo periodo elettorale.


Per saperne di più:



- il sito;


- l’estensione per Google Chrome;


- l’account Twitter di uCheck;


- la pagina Facebook.

Tags: ucheck

comments powered by Disqus